Hank, il rottweiler che piange per il fratello morto all’improvviso

Brutus e Hank erano due rottweiler che, piccoli fratelli ricoverati in rifugio, erano stati adottati insieme da Brett Bennett. Poi, il 20 gennaio scorso, Brutus non si è svegliato e Hank si è appoggiato al suo corpo vegliandolo e piangendo, come si vede nel video divenuto un fenomeno virale in rete, con oltre 3 milioni di visualizzazioni sul canale BrettVett1, aperto da Bennett. Oggi sono rimasti in 4 cani, il rottweiler sopravvissuto e altri 3 altri trovatelli, e già prima della morte di Brutus, Brett aveva iniziato una raccolta fondi per affittare un luogo adatto ad accogliere i suoi animali più altri che potrebbe adottare nel corso del tempo.

E se l’obiettivo è stato raggiunto per quanto riguarda l’affitto, anche su suggerimento di gruppi animalisti, si è poi pensato che fosse meglio l’acquisto. “Come tutti sanno”, scrive il proprietario di Brutus e Hank, “è molto difficile affittare un posto con un Rottweiler o con vari animali salvati [da una vita da randagi]. [Trovare qualcosa che sia nostro] ci darebbe la possibilità di salvare il maggior numero di animali. Il nostro obiettivo, il nostro sogno, infatti, è quello di comprare una casa in campagna, su una superficie adeguata, che con la possibilità di adottare liberamente il maggior numero di animali in stato di necessità”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto