Vienna: Lorenzo Sonego si arrende al russo Andrey Rublev, che vince la finale in 2 set

Il sogno è finito. Lorenzo Sonego non ce l’ha fatta a sconfiggere Andrey Rublev, che nella finale Atp 500 di Vienna lo ha battuto in due set: 6-4, 6-4 il risultato finale.

L’azzurro guadagna, comunque, dieci posti nella classifica Wta e sale al 32° posto.

 

La finale di Vienna

Il piemontese venticinquenne Lorenzo Sonego giocherà oggi la finale nel torneo Atp 500 di Vienna. È la prima volta che gli capita in carriera.

Intanto ieri ha battuto, piuttosto agevolmente, il britannico Evans in due set, chiusi sul punteggio di 6-3, 6-4.

Sonego incontrerà il russo Andrey Rublev, testa di serie numero 5, che ha battuto Kevin Anderson 6-4 4-1.

La partita è in programma per le 14 di domenica 1° novembrfe e inizierà alle 14 (diretta su Supertennis tv).

 

La vittoria di ieri sul Numero 1

 

Lorenzo Sonego con una clamorosa vittoria sul Numero 1 Nole Djikovic è in semifinale al tornero Atp 500 di Vienna, dotato di un ricco montepremi.

Oggi il piemontese affronta in semifinale il britannico Evans e – dopo quello che ha saputo fare ieri – non è chiuso dal pronostico. Vedremo nel pomeriggio.

 

Le partite precedenti del piemontese

Sonego era approdato ai quarti di finale del torneo Atp di Vienna. L’azzurro ha battuto in due set il polacco Hubert Hurkacz, numero 31 al mondo, mantenedo freddezza e lucidità, in due set finiti entrambi al tie break e conclusi con due 7-6. Sonego ora entrerà nei primi 40 della classifica mondiale.

A Sonego oggi tocca il Numero Uno della classifica mondiale, Nole Djocovic (nella foto qui sopra). Appuntamento alle 17,30 sul campo centrale (e su Supertennis tv).

E Sonego, in modo clamoroso elimina il Numero 1, Djokovic, senza neppure approdare al terzo set. Finisce 6-2, 6.1 per l’italiano, che approda alla semifinale. Un punteggio strabiliante per l’azzurro.

 

Oggi Daniel Evans

 

Oggi a Lorenzo Sonego tocca Daniel Evans in semifinale. L’inizio è previsto per le 15,20, in diretta su Supertennis tv.. Il britannico Evans (33 al mondo) ha battuto il bulgaro Dimitrov 7-6 (3) 4-6 6-3. La distanza in classifica tra i due giocatori non è comne quella di ieri tra Sonego e Djokovic.

Il piemontese è ormai vicino al quarantesimo posto. La partita, quindi, è possibile,

Il forfait di Sinner

 

Sinner, invece, che doveva vedersela contro il russo Andrey Rublev, numero 8 al mondo, ha dato forfait, bloccato a quanto pare dal dolore a un piede, diventato forte dopo soli 3 game.

Due italiani in campo oggi

Lorenzo Sonego e Jannik Sinner tornano in campo oggi per il secondo turno dell’Erste Bank Open, ATP 500 – l’ultimo di questo 2020 – dotato di un montepremi di 1.409.510 euro, che si sta disputando sul veloce indoor della Wiener Stadthalle della capitale austriaca.

Il venticinquenne torinese (nella foto), numero 42 ATP, ripescato in tabellone come lucky loser (il piemontese aveva ceduto in tre set allo sloveno Bedene nel turno decisivo delle qualificazioni), dopo il forfait dell’argentino Diego Schwartzman, finalista domenica scorsa a Colonia, ha sconfitto all’esordio il serbo Dusan Lajovic, n. 26 del ranking, ed oggi si gioca un posto nei quarti con il polacco Hubert Hurkacz, n.31 del ranking.

Due pari il bilancio dei precedenti con l’azzurro a segno nei due confronti sulla terra mentre il ventitreenne di Breslavia che ha vinto le due sfide giocate sul veloce (ma outdoor), compresa l’ultima ad Adelaide lo scorso gennaio.

Sinner ha un ostacolo alto

Invece Jannick Sinner, numero 43 ATP (best ranking grazie alla semifinale di Colonia, fermato solo da “Sascha” Zverev, poi vincitore del titolo), in gara con una wild card, ha battuto ieri al primo turno, piuttosto facilmente, il norvegese Casper Ruud, numero 27 del ranking. Oggi gli tocca un osso più duro:  il russo Andrey Rublev, numero 8 del ranking e 5 del seeding.

Il tennista moscovita, 23 anni, reduce dal quarto titolo stagionale (il sesto complessivo) conquistato dieci giorni fa a San Pietroburgo è il giocatore più “on fire” del momento. Tra Sinner e Rublev non ci sono precedenti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto