Poppea: Toscana allagata e frane al Nord, attesi nuovi nubifragi

Tanto tuonò che piovve. Mai proverbio fu più adatto a questo fine settimana di inizio settembre, con tuoni e fulmini partiti già nella giornata di venerdì 1. Allagamenti e disagi si registrano nel Grossetano e in provincia di Arezzo.

La situazione in Toscana

Ad Arezzo numerosi gli interventi dei vigili del fuoco anche in città, mentre a Grosseto sono state un centinaio le richieste di soccorso dalla zona di Follonica dove ci sono scantinati allagati e veicoli bloccati nei sottopassi. Nelle ultime 24 ore i vigili del fuoco, in Toscana, hanno effettuato complessivamente 309 interventi di soccorso.

Disagi al confine con la Svizzera

Seri disagi anche per migliaia di frontalieri che lavorano in alberghi, ristoranti e cantieri edili in Svizzera, a causa di una frana di grosse proporzioni caduta nella notte, causa i forti temporali, e una più piccola stamattina in Val Bondasca, nel territorio di Bregaglia (Svizzera), a pochissimi chilometri dal confine con l’italiana Villa di Chiavenna (Sondrio). La strada che porta al confine è ora interrotta. Il piccolo paese di Bondo (Svizzera) in gran parte è stato evacuato.

Allerta in buona parte delle regioni centro-settentrionali

L’allerta meteo prevede precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Toscana e Emilia-Romagna, in estensione a Lazio e Umbria. Questi fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base delle previsioni è stata valutata allerta arancione per rischio idrogeologico sulla parte settentrionale della Lombardia, che si stenderà domani anche a Toscana e Umbria, nonché buona parte del Veneto. Allerta gialla infine su Piemonte nord-occidentale, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Lazio e restanti settori di Veneto e Marche settentrionali.

Sono gli effetti del ciclone Poppea, che – nel corso del fine settimana – agirà su molte regioni italiane, portando diverse fasi di maltempo.

Vediamo le previsioni per il week end

SABATO 2 – Tempo compromesso su Lombardia, Triveneto ed Emilia Romagna con rovesci e temporali sparsi, localmente forti. Rovesci su Toscana settentrionale. Temporali lungo le coste della Campania, Lazio meridionale e isolati rovesci anche sull’Appennino meridionale e Puglia. Altrove, il sole sarà più presente.

DOMENICA 3 – Tempo che migliora al Nord-Est con ultimi rovesci. Peggiora su Marche, Abruzzo, Molise e Puglia con piogge e temporali. Rovesci su Lazio orientale, Campania, e Calabria tirrenica. Più sole altrove.

TEMPERATURE – Sotto la media del periodo su tutte le regioni. Non più di 24° al Nord, fino a 26° al Centro e sotto i 28° al Sud. Qui sotto il grafico con le previsioni di ilmeteo.it.

Un drastico cambiamento meteo

 

Dopo tanto caldo torrido è in arrivo un drastico cambiamento del tempo: da oggi – giovedì 31 agosto – sono infatti previste piogge e temporali, con fenomeni localmente intensi e temperature che caleranno anche di 9 gradi. Le previsioni sono di Bernardo Gozzini, direttore del Consorzio Lamma-Cnr, che parla di “prima perturbazione organizzata sulla nostra Penisola”.

La rottura dell’estate arriva con Poppea

Il ciclone Poppea segnerà la rottura dell’estate. “È il primo segnale di cambiamento in questa stagione siccitosa – spiega Gozzini -. La perturbazione si manifesterà con tre impulsi: il primo tra giovedì e venerdì, il secondo domenica e il terzo martedì 5 settembre.

Domani, in particolare, il maltempo colpirà Piemonte, Lombardia e Liguria, venerdì Toscana, Lazio e Triveneto, sabato la Campania e domenica tutto il resto del Sud Italia”.

Dal 1° settembre arriva il ciclone Poppea

Il 5 settembre interessata tutta l’Italia: grandine e piogge intense

Martedì prossimo sarà interessata dalla perturbazione tutta la Penisola, ad eccezione di Piemonte e Lombardia. Grandine, colpi di vento e piogge intense – con allagamenti in città – sono previsti in tutta Italia e secondo Gozzini localmente le piogge potranno essere molto forti: “In alcuni casi – sottolinea – potrebbero cadere 70-100 mm in un giorno, pari alla media dell’intero mese di settembre che peraltro non è tra i mesi più piovosi dell’anno”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto