Addio al codice rosso, giallo e verde: il pronto soccorso cambia, inizia il Lazio

Il “codice rosso” non sarà più sinonimo di pericolo immediato nei pronto soccorso del Lazio. Qui cambierà, infatti, dal prossimo anno il sistema di filtro per i pazienti che arrivano nei dipartimenti di emergenza. È stato presentato l’aggiornamento delle linee guida sul triage intraospedaliero (che verrà sancito dalla Conferenza Stato-Regioni) e che sarà operativo a partire dal 2019. Un gruppo di lavoro regionale composto da operatori e professionisti ha studiato e sperimentato negli ultimi due anni un nuovo triage ospedaliero a 5 codici. Una classificazione che permette più sfumature.

Le nuove emergenze

Il cuore del programma, che progressivamente sarà esteso anche alle altre regioni, prevede di passare dai consueti 4 codici a colore (rosso-giallo-verde e bianco) al nuovo sistema a 5 codici numerici (dall’1 al 5) nel quale 1 è l’emergenza, 2 l’urgenza, 3 l’urgenza differibile, 4 l’urgenza minore e 5 la non urgenza. I codici 1-2-3 sono a medio-alta intensità di cure, mentre 4-5 a moderata-bassa intensità. Il gruppo di lavoro ha attivato una sperimentazione delle schede a 5 codici in 8 pronto soccorso generalisti e 3 pronto soccorso pediatrici con il coinvolgimento di circa 80 tra medici e infermieri e oltre 7.000 pazienti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto