Messina: è morto il bambino caduto dal 4° piano, la mamma: “Ero lì”

È morto il bambino di 5 anni di Barcellona Pozzo di Gotto caduto dal quarto piano della palazzina in cui abitava. A nulla hanno potuto i medici del Policlinico di Messina, doveva l’avevano ricoverato d’urgenza. Gli sono state fatali le gravissime lesioni craniche e le emorragie riportate nell’impatto al suolo, anche se era stato attutito dai fili dei panni stesi.

I carabinieri proseguono gli accertamenti per chiarire se il bambino fosse da solo oppure in compagnia di familiari al momento dell’incidente.

La madre: “L’ho perso di vista solo per un minuto”

La madre, infatti, giura d’averlo perso di vista solo per un minuto. La donna, che lavora dove può, ha detto ai carabinieri di non essersi mai allontanata da casa. Ma gli investigatori, invece, che potrebbe essere andata da una vicina.

Il padre – che si divide tra il lavoro da muratore e quello di fruttivendolo ambulante – era fuori casa ed è stato rintracciato a tragedia avvenuta. Il bambino è volato giù dal balcone, arrampicandosi sulla ringhiera, che è alta non più di un metro.

Le prime notizie sulla caduta del 31 maggio

Sono gravissime ma stazionarie le condizioni di un bambino di 5 anni, che ieri è precipitato dal quarto piano della propria casa, un’abitazione delle case popolari, a Fondaco Nuovo, frazione di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina. Il bambino sarebbe volato dal balcone, battendo la testa sull’asfalto.

Ma pare i fili della biancheria dei panni stesi ai piani sottostanti ne abbiano in parte rallentato la caduta e impedito la morte sul colpo. Il piccolo resta comunque in pericolo di vita, per un doppio truma: cranico e polmonare.

I medici del Policlinico di Messina, dove è ricoverato, si sono riservati la prognosi. Sulle dinamiche indagano i carabinieri. Al momento, non è ancora chiaro chi dei genitori e dei familiari del bambino si trovasse in casa al momento della tragedia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto