“M’illumino di meno”, Coop oggi spegne le luci nei punti vendita

Coop festeggia 14 anni. Sono i 14 anni di adesione al “M’illumino di meno”, l’iniziativa promossa da “Caterpillar” prevista per oggi, venerdì 1° marzo. Perfettamente coerente ai temi del risparmio energetico su cui Coop è impegnata, il “silenzio energetico” sarà garantito negli oltre 1.100 punti vendita Coop con lo spegnimento simbolico delle luci. Confermata inoltre, come negli anni passati, la possibilità di ascoltare in diretta la trasmissione di Caterpillar direttamente nei punti vendita attraverso RadioCoop.

 

Abbandonata l’illuminazione tradizionale

Da tempo Coop ha abbandonato i sistemi di illuminazione tradizionali a favore delle luci a led: sicure perché hanno un’alta affidabilità di lunga durata e robustezza, a basso consumo perché con il loro alto rendimento ed efficienza riducono i consumi di energia elettrica.

 

Il bilancio energetico del 2018

In totale, nel corso del 2018 Coop ha installato lampade a led in tutti i punti vendita realizzati e ristrutturati durante l’anno, arrivando così a coprire attualmente con questa tecnologia l’illuminazione interna di oltre 520 supermercati, iper e parcheggi. Così facendo il risparmio energetico stimato è di circa 45 milioni di kWh annui, consentendo di evitare l’immissione in atmosfera di oltre 19.450 t di CO2.
Gli impianti fotovoltaici allacciati e funzionanti sono adesso 211, con una potenza complessiva di 35.028 kWp, capaci da soli di produrre in un giorno d’inverno, come il 1° marzo, il quantitativo di energia elettrica necessario per illuminare tutta la rete vendita Coop per un’ora e 58 minuti.

 

Il “Progetto Energia”

A partire dal 2012, le cooperative insieme ad INRES (il consorzio nazionale di progettazione delle strutture di vendita Coop) hanno inoltre avviato il “Progetto Energia”, uno specifico programma che ha l’obiettivo di ridurre i consumi energetici dei punti vendita della rete Coop.
L’obiettivo è di coinvolgere il più alto numero possibile di punti vendita, riducendo complessivamente il consumo di energia di almeno il 10%. Finora sono stati coinvolti oltre 350 punti vendita; il servizio, dal suo inizio, ha permesso un risparmio che ha superato i 170.000.000 kWhe.

 

La Staffetta della Solidarietà a Torino con Enercasa Coop

Ma c’è di più. Quest’anno a Torino presso il centralissimo negozio Fiorfood giunge a compimento la “staffetta della solidarietà” promossa da EnerCasa Coop, azienda di fornitura di energia a marchio Coop (evento conclusivo giovedì 28 febbraio alle ore 11.00) nata in Piemonte.
4.000 pedalatori in 12 tappe per generare energia (oltre 195.000kWh pari al fabbisogno per un anno di 80 abitazioni) donata a onlus e associazioni di volontariato. Un esempio di come l’economia circolare può far bene all’ambiente e alle persone. A beneficiarne nei vari centri del Piemonte e della Lombardia toccati dal progetto, nato inizialmente per promuovere la nuova società di Coop che va a operare nel mercato dell’energia elettrica, sono state associazioni e realtà del terzo settore fortemente attive nelle rispettive comunità locali in progetti di sostegno alla persona e di contrasto a fenomeni di povertà ed esclusione sociale: dai centri antiviolenza femminile di Pinerolo e Casale Monferrato al Consorzio Intercomunale dei Servizi Sociali di Crevoladossola, dal Fondo Tempia per la lotta contro i tumori a Biella alla sezione locale della Fondazione Ant a Brescia, passando per l’impegno verso l’aggregazione giovanile della Polisportiva Hesperia di Nichelino o per il progetto di housing sociale per persone in emergenza abitativa del Volontariato Vincenziano a Chieri.

 

Le altre iniziative di M’illumino di meno

 

Nella giornata di “M’illumino di meno”, Accendi luce & gas Coop – il marchio per l’energia domestica di Alleanza luce e gas – lancia Accendi Ecologica, la prima fornitura domestica in Italia che unisce energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e fornitura di gas a zero emissioni di anidride carbonica. Grazie al sistema dei Crediti di Carbonio, chi utilizza “Accendi Ecologica” sostiene i progetti SDG (sustainable development goals) come Maputo Clean Cookstoves in Mozambico e Vishnuprayag Hydroelectric Project in India per lo sviluppo sostenibile del pianeta e delle comunità locali. Durante la giornata, inoltre, i circa 70 dipendenti di Alleanza luce & gas parteciperanno al primo pranzo “plastic free”. Tutti porteranno da casa il proprio pranzo al sacco con piatti, bicchieri e posate riutilizzabili e senza plastica, da consumare insieme all’insegna del riutilizzo, bevendo acqua del sindaco con la propria “urban bottle” in acciaio 18/8 ftalati-free e tossine-free, per ridurre radicalmente il consumo di bottigliette di plastica e i rifiuti.

Una cena a luce di candela

E sempre nella cornice del “M’illumino 2019” a Nonantola (MO) cena a lume di candela, con quiz a premi sui temi dell’ambiente e del risparmio energetico a cura del Ceas di Nonantola, a Canaletto (Modena) letture per bambini e famiglie a lume di candela, mentre al Teatrino delle Ombre a Vignola (MO) si mostra quante cose si possono fare al buio, con del cartone riciclato e tanta fantasia.

E a Corticella (Bologna) la serata del 1 marzo sarà dedicata all’economia circolare, dove l’imperativo è riutilizzare i materiali, ridare nuova vita alle cose, e soprattutto evitare lo spreco energetico ed alimentare!

Laboratorio di falegnameria (da 8 a 12 anni)

Laboratorio creativo “Nella notte nera: toccare il cielo con un dito” (da 5 a  8 anni), corso di cucina: Fornelli sostenibili (solo per adulti).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto