Scuola: firmato l’accordo tanto atteso per la mobilità dei docenti

Per mesi si è andati avanti tra le proteste, con migliaia di professori che lamentavano di essere “deportati” in giro per l’Italia, in particolare dal Sud ad Nord, per avere la cattedra. E fino ad una settimana fa gli animi nella trattativa per l’accordo sulla mobilità non erano sereni, tanto da rimandare il 26, all’ultimo momento, quella che sembrava ormai una firma imminente.

Intesa firmata da tutti tranne Gilda

L’intesa ieri, però, è arrivata con la firma a Viale Trastevere, di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals. Non ha siglato l’intesa Gilda, che da subito ha espresso le maggiori perplessità, per i “nodi irrisolti”.

La ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli, ha espresso “soddisfazione” per la firma.

“Ringrazio i sindacati e l’amministrazione per il lavoro svolto. Come ho sottolineato anche in Parlamento, illustrando le linee programmatiche del ministero, dobbiamo lavorare per centrare tempestivamente e nel modo migliore tutti i passaggi necessari per iniziare, senza le difficoltà del passato, il prossimo anno scolastico”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto