Anticiclone d’inizio gennaio: cieli sereni e più caldo, ricompare la nebbia

Capodanno con il bel tempo. È un possente anticiclone di matrice sub tropicale che si insedia su tutto il Mediterraneo centro-occidentale e nel corso dei prossimi giorni si consolida ulteriormente spingendo correnti molto miti fin sulla Scandinavia e il Baltico. Secondo le previsioni di 3bmeteo, è quindi agli sgoccioli la circolazione di aria fredda che ha portato la neve al Sud fino a bassa quota.

Dove si addensano le foschie

“L’Europa e tutta l’Italia si preparano a vivere un periodo di tempo stabile caratterizzato dall’assenza di perturbazioni atlantiche e da clima molto mite per il periodo”, si legge sul sito di 3bmeteo. Tuttavia, sottolineano i metereologi, l’alta pressione e la stabilità saranno accompagnati da diffuse nebbie e foschie sulle pianure del Nord e nelle valli del Centro.

Per domani

Da domani, giovedì 2 gennaio, infiltrazioni di aria umida da ovest porteranno anche nubi basse e locali pioviggini sulle regioni del medio e alto Tirreno. “Una situazione che potrebbe sbloccarsi solo grazie ad un nuovo affondo di aria fredda che i modelli identificano attorno al periodo 4-6 gennaio”. In particolare, a Capodanno sono previste nebbie e foschie al mattino in Val padana con locali gelate, sole prevalente su Alpi, Prealpi e pedemontane. Qualche innocua nube in Liguria.

Migliora al Sud

Nelle ore centrali più soleggiato ovunque ma in serata tornano a rinforzare nebbie e foschie in pianura. Al Centro bel tempo prevalente per tutta la giornata con qualche foschia o banco di nebbia nelle valli interne al primo mattino e nelle ore serali e notturne. Al Sud sarà bello, a parte qualche innocua nuvolosità nella prima parte della giornata sulla Sicilia. Le temperature sono in generale aumento soprattutto nei valori massimi e in particolare sui litorali e in montagna.

Capodanno sotto il sole: cieli sereni e clima più mite a San Silvestro, le notizie del 31 dicembre 2019

Ancora freddo nel Centro-Sud, dove un flusso di aria fredda provenienti dai Balcani porta neve a bassa quota sulle regioni centro-meridionali adriatiche, dal Molise all’alta Puglia, fino alla Calabria ionica e alla Sicilia nord-orientale. Tempo stabile, invece, nel resto d’Italia, secondo le previsioni dei meteorologi di 3B Meteo.

Si stabilizza al Centro-Sud

Nel Centro-Sud le condizioni di instabilità provocano nevicate a partire da 500 metri, e a 800 metri in Sicilia. In alcune località, a partire dalla Sila, raffiche di vento dai quadranti nord-orientali provocano bufere. Si prevede che le condizioni instabili si protrarranno fino a oggi, lunedì 30 dicembre, con piovaschi al Sud, e da domani, martedì 31, l’alta pressione favorirà tempo stabile e soleggiato su tutta Italia, con le temperature che torneranno gradualmente a salire.

Aria mite dall’Africa

Il sole saluterà anche il Capodanno 2020, grazie all’interruzione del flusso di aria fredda dai Balcani e alla presenza di un anticiclone che porterà a una breve ritirata dell’inverno; nello stesso periodo le temperature torneranno a salire fino a superare le medie stagionali nei valori massimi, soprattutto al Nord, grazie all’afflusso di una massa d’aria molto mite di proveniente dall’Africa.

Freddo dall’Epifania

“Il 2019 si chiuderà con condizioni di caldo anche piuttosto anomalo sull’arco alpino occidentale, dove al di sopra degli strati di inversione termica si raggiungeranno temperature molto superiori alle medie del periodo”, rileva il meteorologo Lorenzo Badellino, di 3B Meteo. Il freddo, proveniente dal Nord Europa, potrebbe riaffacciarsi nei primi giorni del 2020, intorno all’Epifania.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto