Istanbul, attacco alla discoteca: 39 morti (15 stranieri)

Un attacco armato è stato compiuto, la notte scorsa, nella famosa discoteca Reina di Istanbul, in Turchia: almeno 39 morti – tra cui un poliziotto – e 69 feriti. Tra le vittime ci sarebbero 15 stranieri.

a-discotecadue

La Farnesina verifica la presenza di italiani

La Farnesina sta verificando l’eventuale presenza di italiani.

 Uno degli assalitori sarebbe ancora in fuga. Non c’è stata alcuna rivendicazione, ma si pensa alla mano dell’Isis.

L’attacco è avvenuto verso l’1,30 ora locale (le 23,30 in Italia) nell’affollatissima Reina, nel distretto europeo di Besiktas. Gli attentarori avrebbero fatto irruzione vestiti da Babbo Natale, aprendo il fuoco a caso sulla folla.

Vestiti come Babbo Natale

Sul numero degli assalitori, vestiti con costumi da Babbo Natale, ancora non c’è certezza: sarebbe solo uno, secondo fonti ufficiali; fino a tre, secondo testimoni e media locali.

Il ministero dell’Interno turco afferma che l’assalitore (quindi usa il singolare) sarebbe ancora in fuga.

Presenti almeno 500 persone

Al momento dell’attacco, nel night ci sarebbero state tra le 500 e le 600 persone. L’attentatore avrebbe prima ucciso un poliziotto e una guardia giurata all’ingresso, per poi entrare nel locale e iniziare a sparare a caso sulla folla. Molti si sarebbero perfino gettati nelle acque gelide dello stretto per sfuggire alla morte. Circa 60 le ambulanze accorse sul posto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto