La posta di Anna Pavignano: “Tutti i miei uomini mi hanno tradita e ora…”

Cara Anna,
mi voglio solo sfogare con te prima di chiudere porte, portoni, finestre e smettere di provarci con i rapporti di coppia. Nella mia vita ho amato e sono stata ricambiata, però mai niente dura per più di qualche anno. La mia prima storia finita perché l’amore è stato rovinato dal mio essere asfissiante e Michele voleva vivere le sue esperienze, dato che eravamo molto giovani. Scenate, pianti, tradimenti, perdono e poi fine, lasciati dopo cinque anni.

Quando ho incontrato Stefano, l’uomo della mia vita, quello che ho sposato, sono stata meno soffocante. Quando l’ho visto distratto e ho avuto il sospetto che mi tradisse, ho pensato che aveva bisogno anche lui di fare le sue esperienze e invece che bombardarlo di richieste, controlli e scenate, ho rivolto tutte le energie e il mio amore alle mie bambine e la maternità è stata appagante. Poi il mio matrimonio è finito, perché secondo lui dedicavo troppe attenzioni alle figlie e lui si è trovato un’altra che non voleva figli.

Dopo il divorzio una terza storia, con Fabio. Con lui sono stata attenta a non essere asfissiante, ma al tempo stesso a esser presente, mettendolo sempre al primo posto, anche dopo le bambine che lasciavo spesso a mio marito, ben contento di far loro da mammo insieme alla nuova compagna. Insomma, scopro che anche Fabio mi cornifica perché, anche se il nostro rapporto funziona, il desiderio di novità è inesauribile e ‘un tuffo dove l’acqua è più blu’ non si può negare a nessun uomo. Sono sgomenta e sfinita.
Stella

aaapavi

Stella mia,
condivido il tuo sgomento, ma ciò detto proviamo a tirarci su. Forse noi donne dobbiamo cominciare a pensare che la formula per un rapporto che funzioni non sta nell’adeguarci via via a ciò che supponiamo all’altro faccia piacere, ma anche a costo di essere poco compiacenti, comportarci secondo i nostri bisogni.

La formula giusta del rapporto eterno non esiste, quindi tanto vale essere se stesse, mentre tu non hai fatto altro che adeguarti a cioè che supponevi i tuoi uomini desiderassero. Tu che cosa vuoi veramente da un rapporto? Forse ha ragione il tuo Fabio, il “tuffo dove l’acqua è più blu” non si può negare a un uomo. Ma nemmeno a una donna.

Anche se nella nostra società ancora troppo perbenista, quando è la donna a tuffarsi, la gente non vede acqua blu, ma torbida, non farci caso e prova a tuffarti anche tu qualche volta. Non spendere tutte le tue energie alla ricerca del comportamento che dovrebbe rendere perfetto e funzionante un amore. Forse troverai, alla fine, uno che non sa nuotare e che sta sullo scoglio ad aspettarti, e intanto scrive lui la formula per tirare avanti felicemente un rapporto di coppia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto