Libri articoli

“Le assaggiatrici” di Rosella Postorino conquistano il Campiello

“Le assaggiatrici” di Rosella Postorino conquistano il Campiello

Rosella Postorino (nella foto), con il romanzo “Le assaggiatrici”(Feltrinelli), ha vinto l’edizione numero 56del Premio Campiello, concorso di narrativa italiana contemporanea organizzato dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto. Il libro vincitore, annunciato sul palco del teatro La Fenice di Venezia, ha ottenuto 167 voti sui 278 inviati dalla Giuria dei Trecento Lettori Anonimi. Al secondo posto si è classificato Francesco

“Generi di conforto”: in un libro il cibo diventa un “abecedario delle emozioni”

C’è tutto il sapore delle cose buone, quelle di famiglia, nel libro “Generi di conforto – Ricette del cuore, storie di famiglia e piccole magie per celebrare il lato buono della vita” (Tea, 240 pagine, 22 pagine), scritto con cura, passione e tantissima fantasia da Gigi e Marisa Passera, note come le Sorelle Passera (nella

Una vita da libraio: dalla Scozia un romanzo su volumi usati e avventure di carta

Avere un’attività a contatto con il pubblico riserva sempre delle sorprese; se poi a questo si aggiungono le storie infinite che i libri sanno narrare allora non c’è pericolo di annoiarsi. Lo sa bene Shaun Bythell (nella foto sotto), che nel libro “Una vita da libraio” (traduzione di Clara Palmieri, 384 pagine, 19 euro) racconta

“La ragazza con la Leica” vince il Premio Strega, una donna dopo 15 anni

Stranamente è andato tutto come previsto alla vigilia. In realtà il Premio Strega 2018 ha sfatato un tabù che andava avanti da 15 anni e ha premiato due donne Helena Janeczek (nelle foto in basso) con 196 voti per “La ragazza con la Leica” (Guanda) vince il Premio Strega 2018 e la giovane fotoreporter Gerda

Hollywoodland: in un romanzo gli illusi (padani) dalla Mecca del cinema

L’inganno dei produttori e delle major, che come il gatto e la volpe seducono, blandiscono, irretiscono. I sogni da agguantare al volo che troppo spesso si sciolgono come neve al sole nella Città degli Angeli, meta agognata di tanti wannabe del mondo. Il romanzo d’esordio di Duccio Mortillaro (nella foto sotto), “Hollywoodland” (Mursia, 264 pagine,

“Educati alla violenza”: viaggio tra bulli, baby gang e vittime in un libro inchiesta

Bullismo, baby gang e criminalità minorile. Sono questi i tre cardini su cui si innesta il libro inchiesta del giornalista Antonio Murzio (nella foto sotto). “Educati alla violenza” (Imprimatur, 176 pagine, 15 euro) porta il lettore direttamente dentro al fenomeno con sei storie. Sono quelle di Arturo, Aurora, Andrea, Giovanni, Anna e Beatrice i quali,

“L’alba di un nuovo domani”: in un romanzo la ricerca femminile del proprio io

“Stavo soltanto facendo in modo che questo lungo periodo di transizione passasse sena assorbire tutte le mie forze: per questo mi sono tuffata su relazioni social, spesso soltanto virtuali. L’ho fatto per non farmi uccidere dalla quotidianità. Soltanto ora mi rendo conto che dirigere il mio tempo verso cose illusorie piuttosto che verso la crescita

“Onesti e disonesti”: in un libro storie di persone perbene contro il malaffare

Sangue infetto, smaltimento illegale dei rifiuti, speculazioni edilizie, depredazione del territorio, corpi femminili usati come merce di scambio. Sono molteplici le forme che assume la corruzione. Ma non tutti osservano immobili l’assalto alle risorse pubbliche e l’ingordigia di chi ha come unico scopo l’arricchimento personale. C’è chi resite, chi non si piega, e a loro

Alto