Libri articoli

“La ragazza con la Leica” vince il Premio Strega, una donna dopo 15 anni

“La ragazza con la Leica” vince il Premio Strega, una donna dopo 15 anni

Stranamente è andato tutto come previsto alla vigilia. In realtà il Premio Strega 2018 ha sfatato un tabù che andava avanti da 15 anni e ha premiato due donne Helena Janeczek (nelle foto in basso) con 196 voti per “La ragazza con la Leica” (Guanda) vince il Premio Strega 2018 e la giovane fotoreporter Gerda

Hollywoodland: in un romanzo gli illusi (padani) dalla Mecca del cinema

L’inganno dei produttori e delle major, che come il gatto e la volpe seducono, blandiscono, irretiscono. I sogni da agguantare al volo che troppo spesso si sciolgono come neve al sole nella Città degli Angeli, meta agognata di tanti wannabe del mondo. Il romanzo d’esordio di Duccio Mortillaro (nella foto sotto), “Hollywoodland” (Mursia, 264 pagine,

“Educati alla violenza”: viaggio tra bulli, baby gang e vittime in un libro inchiesta

Bullismo, baby gang e criminalità minorile. Sono questi i tre cardini su cui si innesta il libro inchiesta del giornalista Antonio Murzio (nella foto sotto). “Educati alla violenza” (Imprimatur, 176 pagine, 15 euro) porta il lettore direttamente dentro al fenomeno con sei storie. Sono quelle di Arturo, Aurora, Andrea, Giovanni, Anna e Beatrice i quali,

“L’alba di un nuovo domani”: in un romanzo la ricerca femminile del proprio io

“Stavo soltanto facendo in modo che questo lungo periodo di transizione passasse sena assorbire tutte le mie forze: per questo mi sono tuffata su relazioni social, spesso soltanto virtuali. L’ho fatto per non farmi uccidere dalla quotidianità. Soltanto ora mi rendo conto che dirigere il mio tempo verso cose illusorie piuttosto che verso la crescita

“Onesti e disonesti”: in un libro storie di persone perbene contro il malaffare

Sangue infetto, smaltimento illegale dei rifiuti, speculazioni edilizie, depredazione del territorio, corpi femminili usati come merce di scambio. Sono molteplici le forme che assume la corruzione. Ma non tutti osservano immobili l’assalto alle risorse pubbliche e l’ingordigia di chi ha come unico scopo l’arricchimento personale. C’è chi resite, chi non si piega, e a loro

“Johnny degli angeli”: in un romanzo l’omicidio del fidanzato di Lana Turner

Arriva in libreria il nuovo romanzo di Athos Bigongiali (Edizioni Mds, 132 pagine, 12 euro). “Johnny degli angeli”, questo il titolo dell’ultima opera dello scrittore pisano, in uscita nella collana “Cattive Strade” curata da Fabrizio Bartelloni, si svolge nell’età dell’oro del cinema di Hollywood per raccontare la storia di Johnny Stompanato, italo-americano al soldo del

“Il boss”: colpisce il libro su Liggio e la mafia al Nord

La storia parte da due sequestri di persona d’inizio anni Settanta, quelli di Pietro Torelli, vigevanese, e di Luigi Rossi di Montelera, di Torino. È il periodo in cui la macchina dei rapimenti, che arriverà ad abbracciare due decenni, entra in pieno rodaggio e fa guadagnare a Cosa nostra miliardi di lire soprattutto in banconote

Alto