Archivi dell'autore: Luisa Mattia

A Marciana Borgo d’Arte le bellissime foto di Fausto Podavini sulla demenza senile

A Marciana Borgo d’Arte le bellissime foto di Fausto Podavini sulla demenza senile

Nell’epoca dei selfie, della foto “al volo” e del dominio della tecnologia digitale, incontrare un fotografo come Fausto Podavini ristabilisce i confini tra tecnica e arte e segna, in maniera netta, la sostanza del fotogiornalismo e le sue potenzialità. Nell’ambito del progetto MARCIANA BORGO D’ARTE (si è inaugurata sabato 8 luglio – e resterà aperta

Libri natalizi per ragazzi: “Nonno Skate” e il mistero degli anziani scomparsi

Il caleidoscopico mondo delle “uscite natalizie” finisce, spesso, per penalizzare libri usciti in autunno e che, soverchiati dalle novità, perdono visibilità sugli scaffali delle librerie. Quest’anno, dunque, giorno dopo giorno, segnalerò brevemente, romanzi, racconti e albi illustrati che sarebbe sciocco non valorizzare e che staranno benissimo sotto l’albero di Natale. Ambientato nel 2050 Comincio con

“La stella rossa di Ivan” di Janna Carioli e Otto Gabos: avventure rivoluzionarie

È in libreria da pochi giorni un romanzo storico scritto con il ritmo di un lungometraggio e ambientato negli anni successivi alla Rivoluzione d’ottobre in Russia. Siamo nel gennaio del 1924 e il quattordicenne protagonista di “La stella rossa di Ivan” (Istos Edizioni, 237 pagine, 14 auro) inizia un viaggio che lo porta , di

Fifa nera, fifa blu: due grandi paure raccontate ai bambini

Dobbiamo ringraziare il tocco lieve e intenso delle tavole illustrate da Lorenzo Terranera per la capacità di accompagnare le storie difficili, crude e cariche di speranza, raccontate da Alessandra Ballerini. Il libro si chiama “Fifa nera fifa blu” (Donzelli Editore, 26 pagine, 16 euro) e affronta con decisione le due facce della stessa medaglia: la

Premio Malerba, Miglior albo illustrato: la cinquina di finalisti, vince Gek Tessaro

A disegnare “le figure dei libri” sono in tanti e, in questi ultimi anni, l’attenzione alla qualità e alla pregnanza narrativa delle illustrazioni è andata crescendo. Di questo mondo caleidoscopico e creativo si è accorto il premio Malerba, intitolato a uno dei nostri autori più significativi ed eclettici e che ha segnato brillantemente la nostra

“La svedese”: calore e freddezza nel nuovo romanzo di Anna Pavignano

Una giovane donna, di cui percepiamo appena il profilo, domina la copertina del nuovo romanzo di Anna Pavignano (nella foto sopra), “La svedese” (Verdechiaro Edizioni, 150 pagine, 15 euro). È così, sfuggente e attraente, la protagonista di questo romanzo breve che affronta il tema della passione d’amore, mortificata e tradita dalla incapacità di abbandonarsi al

Il giorno della Memoria con Etty Hillesum: “Siamo partiti cantando”

C’è sempre struggente poesia nelle singole storie dei tanti che sono stati vittime della Shoah. Poesia semplice della vita, delle persone amate, dei giochi, degli oggetti, degli odori e i colori delle stagioni. Poesia dell’intelligenza e degli affetti. All’interno della grande tragedia dell’olocausto, in cui volti, voci e vite sono spesso impossibili da ricostruire, emergono

“Il nido”: arriva un fratellino strano e Steve sfida le paure della diversità (video)

Questo romanzo cresce e cresce e cresce man mano che aumenta il ronzio delle vespe – dapprima contenuto e poi sempre più inquietante – che arriva alle orecchie e travolge il dodicenne Steve, trascinandolo in una avventura che, per molti aspetti, ricorda le atmosfere degli horror. Ma questo libro non è neppure un thriller, anche

Alto