Le ricette di aprile: cozze profumate e purè di fave

Scegliere la frutta e verdura di stagione è molto importante. Mangiare un prodotto cresciuto nel “suo” periodo naturale significare avere la garanzia di ingerire un cibo fresco e con ottime proprietà nutrizionali, e anche l’aspetto del risparmio non è da sottovalutare.
Ecco quindi il calendario “naturale” dei prodotti, con gli alimenti da gustare nel mese di aprile.

 

Frutta arancia, limone, cedro, mela, pera, fragole.

Verdura agretti, asparagi, barbabietola, carciofi, catalogna, cicoria, cicorino, cime di luppolo (asparagi selvatici), cipollotti, fave, finocchi, piselli, porro, radicchi, rapa, ravanelli, rucola, spinaci, tarassaco, valeriana.

Pesci alici, cozze, gamberi, tonno, merluzzo, trota, gamberi, razza, scampi.

 

Le ricette

 

Cozze profumate gratinate

Ingredienti per 4 persone
1,5 kg cozze
6 cucchiai di pangrattato
Aglio
2 cucchiai, olio extravergine d’oliva
Aceto balsamico
Prezzemolo
Sale

Calorie per porzione 245

 

Preparazione
Lavate bene le cozze dopo averle raschiate, lasciatele a bagno in acqua salata per 30 minuti, poi mettetele in un tegame con due cucchiaiate d’olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio. Copritele e tenete sul fuoco finché le cozze si saranno aperte: allora staccate la parte superiore di ogni bivalve lasciando i molluschi nell’altra metà.

Tritate finemente le foglioline di un mazzetto di prezzemolo e con uno spicchio d’aglio, assicurarsi di togliere l’anima dell’aglio, lo renderà più digeribile. Mescolate il trito, in una ciotola, con 6 cucchiaiate di pangrattato, due cucchiaiate d’olio, uno spruzzo d’aceto balsamico e un pizzico di sale. Riempite con il preparato le mezze cozze con il mollusco. Disponetele su una teglia, irroratele con un filino d’olio e cuocetele nel forno a 180° per circa 10 minuti.

 

Purè di fave

Ingredienti per 4 persone
3 kg di fave fresche
2 patate
Mezzo bicchiere di brodo
Olio extravergine d’oliva
Sale e pepe

Calorie per persona 697

 

Preparazione

Sbucciate le fave, per sgranare le fave dal baccello, romperne le due estremità, tirare il “filo”, e prelevate i semi, metteteli per circa 20 minuti in acqua fredda. Sgocciolateli, e togliete la pellicina presente sul seme, raccoglietele in una pentola, copritele a filo con acqua fredda e portate lentamente a ebollizione. Al primo bollore, ritirate il recipiente dal fuoco, scolate le fave, frullatele, mettetele di nuovo nella pentola, salate e aggiungete le patate sbucciate e tagliate a piccoli pezzi e mezzo bicchiere di brodo e portate a cottura. Ritirate dal fuoco, condite con abbondante olio d’oliva versato a filo, regolate il sale e il pepe se piace. Il purè di fave deve essere, alla fine, soffice e cremoso. Servitelo caldo oppure freddo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto