Forza Italia si frantuma: se ne vanno l’ex ministro Bondi e Manuela Repetti

Forza Italia va in frantumi e lasciano due personaggi di primo piano,uno di primissimo come Sandro Bondi, ex ministro dei Beni Culturali, fedelissimo di Silvio Berlusconi e suo autorevole portavoce. Bondi è anche uno dei padri fondatori del partito.

Ma oggi ha annunciato, assieme a Manuela Repetti, compagna di Bondi e parlamentare anche lei, l’abbandono a Forza Italia e il passaggio al gruppo misto. Una scelta già ventilata nei mesi scorsi quando Bondi in una lettera aveva puntato il dito contro il centrodestra italiano “privo di una strategia per il futuro” e aveva usato parole di apprezzamento per il premier Renzi “che rappresenta la prima vera cesura rispetto alla tradizione comunista”.

 

Risposta ironica di Toti
La notizia, però, non sembra turbare troppo il consigliere politico di Forza Italia Giovanni Toti, che ha detto: “Buona fortuna. Le porte dei partiti mi piacciono aperte, ma si possono anche chiudere – ha commentato l’europarlamentare – Non gli è stato mai negato di fare politica. Da molto tempo Bondi e Repetti non si vedevano al Senato e hanno scritto pensieri legittimi, ma non linea con il partito. Dispiace – ha concluso – ma Forza Italia va avanti lo stesso”.

 

Ma potrebbero essere solo i primi addii
Quelli di Bondi e Repetti, però, potrebbero essere solo i primi addii di una lunga lista che, stando alle indiscrezioni, potrebbe includere i nomi di alcuni parlamentari vicini all’ex delfino di Berlusconi, Raffaele Fitto, che – pur inaperto dissenso con i vertici di Forza Italia, sta facendo il possibile per non andarsene sbattendo la porta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto