Salerno: De Luca e altri 41 assolti, il governatore polemico con la Bindi

L’ex sindaco di Salerno e attuale governatore della Campania, Vincenzo De Luca (nella foto), e altri 41 imputati tra tecnici, funzionari comunali ed imprenditori sono stati assolti “perché il fatto non sussiste” dalla seconda sezione penale del tribunale di Salerno nel processo Sea Park, relativo a presunte irregolarità nell’iter per la realizzazione di un parco acquatico, poi mai ultimato, nella città campana.

De Luca era accusato di associazione per delinquere, falso e abuso d’ufficio, ma lo stesso pm Vincenzo Montemurro aveva chiesto nell’aprile scorso l’assoluzione di tutti gli imputati.

a-delucaface

Il governatore polemico con la Bindi

L’assoluzione arriva dopo 18 anni e l’attuale governatore della Campania coglie – a ragione – l’occasione per polemizzare con Rosy Bindi, presidente della commissione Antimafia, che alla vigilia delle regionali dell’anno scorso inserì il suo nome tra quello dei candidati “impresentabili”, mettendo a rischio la sua candidatura.

“Esprimo piena soddisfazione e rispetto per la magistratura. Era questa la vicenda per cui una avventurosa parlamentare ci aveva presentato come `impresentabili´. Oggi ci presentiamo a testa alta”, scrive su Facebook il presidente della Regione Campania. Nella foto qui sopra il suo post, pubblicato subito dopo la sentenza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto