Nespoli, in orbita a 60 anni: “Nello spazio devi diventare un extraterrestre” (video)

La partenza non è imminente, dato che avverrà nel maggio 2017, ma il nome del prossimo astronauta italiano che, dopo Samantha Cristoforetti, salirà sulla Iss c’è già ed è alla sua terza missione. Si chiama Paolo Nespoli, ha 58 anni (è nato infatti a Milano il 6 aprile 1957) ed è cresciuto in Brianza per poi laurearsi in ingegneria meccanica a Firenze e ingegneria aerospaziale a New York. Ha anche un passato nelle forze armate, avendo lavorato come istruttore alla scuola militare di paracadutismo di Pisa e come incursore del battaglione d’assalto Col Moschin. E in vista della sua missione, la terza, dice. “Nello spazio devi diventare un extraterrestre”.

aaaanespoli2

Selezionato nel 1989 dall’Agenzia spaciale italiana

Per lui, lo spazio non è una novità. Nel 1989 viene selezionato dall’Agenzia spaziale italiana (Asi) e poi passa all’Esa (l’Agenzia Spaziale Europea) come istruttore presso il centro tedesco di Colonia. Ha collaborato inoltre all’allestimento informatico della stazione orbitante russa Mir. Nel 1988 entra al corso di addestramento nel Johnson della Nasa, a Houston, insieme al collega italiano Roberto Vittori e nel 2007 c’è stata la prima missione con l’Esperia.

“Sono un ingegnere, ma non ho mai smesso di sognare”

Sono seguiti diversi altri incarichi che hanno portato all’ampliamento di Iss anche attraverso l’installazione dell’italiana Thales Alenia Space. Successivamente è tornato nello spazio con MagISStra, quando per la prima volta un italiano è stato 6 mesi in orbita sempre con Vittori e con i gemelli Scott e Mark Kelly. Ricerche scientifiche e installazione di attrezzature come il “cacciatore” di antimateria Ams (Alpha Magnetic Spectrometer) sono solo alcuni dei compiti portati a termine da Nespoli. Anche per questo dice: “Sono un ingegnere, ma non ho mai smesso di sognare”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto