Condizionatore: potenza, timer e rumore, i consigli per scegliere il più adatto

Estate non è ancora iniziata e già si manifesta la tendenza al gran caldo. Inoltre i prossimi mesi rischiano di essere, secondo le previsioni, veramente da record, come sta accadendo in questi giorni. L’aria condizionata, quindi, torna a essere un’esigenza diffusa e se il condizionatore è un acquisto da mettere in programma occorre seguire alcuni consigli.

Modello economico e potenza

Scegliere di fretta, cercando di risparmiare il più possibile, potrebbe non pagare alla lunga. Se le prestazioni energetiche non sono più che buone, le bollette potrebbero essere salate. Inoltre se la casa non è grande non è necessario comprare un condizionatore di elevata potenza che, altrimenti, potrebbe portare soltanto a consumi eccessivi.

Etichetta energetica e inverter

Consente di distinguere fra prodotti eccellenti, buoni o standard dal punto di vista dei consumi. Si va dalla classe A+++ alla più bassa, la D. Per quanto riguarda l’inverter, gli apparecchi dotati di questa tecnologia non si spengono quando si raggiunge la temperatura prestabilita, ma continuano a funzionare per tenerla stabile e si evitano bruschi cambiamenti.

Timer, termostato e rumore

I timer e i termostati digitali permettono di programmarne il funzionamento anche quando, per esempio, si è in ufficio. Se invece si vuole puntare su un modello che sia silenzioso, occorre orientarsi su uno fisso.

Temperatura e modalità notturna

La temperatura dovrebbe restare intorno ai 26 gradi e, in ogni caso, la legge stabilisce che non si scenda al di sotto dei 24. Se viene attivato di notte, meglio mettere la funzione “sleep”, che regola in tal senso la temperatura, con minore dispendio di energia. Infine è importante ricordarsi di pulire i filtri almeno una volta all’anno prima di accenderlo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto