Sale, aceto o limone: come lavare frutta e verdura senza alterare i sapori

Limone o aceto. Sono gli ingredienti che garantiscono un’ottima disinfezione per qualsiasi tipo di frutta e verdura. Ecco dunque un sistema veloce ed ecologico da impiegare prima di mangiare ciò che si è acquistato al supermercato o sui banchi del marcato, operazione sempre necessaria a causa dall’alta probabilità che siano stati utilizzati pesticidi per la coltivazione dei prodotti.

I passi per un lavaggio a fondo

Si prende un quarto di tazza di aceto di mele o di limone, una manciata di sale e intanto si riempie il lavandino di acqua. Quando il livello è sufficiente, si aggiunge il sale e si miscela fino a quando non si sarà sciolto. A quel punto si aggiunge l’aceto o il limone e si mettono a bagno frutta e verdura. Si mescola il tutto per un minuto circa e si lascia a riposo qualche altro minuto. Infine si toglie il tappo del lavandino, si fa defluire l’acqua e si risciacquano i prodotti appena lavati.

I vantaggi degli ingredienti

Una volta che si sarà finito, saranno stati spazzati via residui, terriccio e eventuali insetti. L’azione dell’aceto o del limone serve anche per neutrazzare muffe non visibili, oltre a batteri e germi. Inoltre si garantisce una migliore conservazione in frigorifero senza che i sapori vengano alterati.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto