Bonus cultura alle industrie tessili Cucinelli: “Va riscoperta la bellezza”

Un bonus cultura per i dipendenti di un’industria tessile. Lo lancia un imprenditore umbro, Brunello Cucinelli, che ha deciso di stanziare per i suoi 1.400 dipendenti (in maggioranza donne) 500 euro per i single e 1.000 per le famiglie con cui rimborsare cinema, libri, teatro e altre attività culturali. Per ottenerlo, sarà sufficiente presentare gli scontrini e compilare una nota spese.

aaaacucinelli2

“Capitale umano oggi non è riconosciuto”

Cucinelli non è nuovo a iniziative volte a valorizzare il “capitale umano” dato che, secondo lui, “oggi non adeguatamente riconosciuto e sottopagato”. E aggiunge: “Il bonus cultura contribuisce anche a incentivare la riscoperta dell’immenso patrimonio culturale e artistico italiano” che, in tema di artigianato, va a caccia di “creatività” perché lì “c’è bellezza”.

Stop a mail e sms oltre l’orario di lavoro

Ma non è tutto. La battaglia di Brunello Cucinelli è anche contro la pervasività dei tempi di lavoro che risiede in mail e sms inviati nei giorni di riposo: vietato spedirli oltre gli orari di servizio, dalle 8 alle 17.30, e nei giorni festivi. “Non voglio riceverne dopo l’orario, non posso dirvi come rispondo, e lo stesso vale per i miei collaboratori. Il lavoro dell’artigiano è duro e ripetitivo. E se io ti faccio lavorare oltre il dovuto ti rubo l’anima”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto