Ragazzi: Io sono gay oppure no?

“Chi sono io?” è una domanda che non scade. Continuiamo a domandarcelo per tutta la vita, man mano che si cresce, si invecchia, si cambia. Nel pieno dell’adolescenza è, comunque, la domanda fondamentale, un interrogativo che sovrasta, incombe, inquieta, tanto di più se la cosa riguarda le proprie preferenze sessuali e sentimentali.
Steven, protagonista del romanzo “Io NO! …o forse si” (Biancoenero Edizioni, 224 pagine, 14 euro), scritto dall’americano David Larochelle, è un sedicenne come tanti, con una famiglia come tante, che frequenta una scuola come tante. Di fronte alle prime pulsioni, ai primi amori e osservando il comportamento dei compagni, comincia a indagare se stesso. Si tiene, possiamo dire, “sotto osservazione”.

Interesse per i ragazzi

Si scopre a osservare con curiosità e interesse i ragazzi, i professori (maschi) e allora si mette alla prova per capire se è o meno gay: da appuntamento alle ragazze, compra giornali porno; compie, insomma, tutta una serie di azioni “da maschio”, per vedere che effetto gli fa…
Romanzo lieve, questo, che si focalizza su Steven e i suoi interrogativi. Non c’è dramma nella sua storia , ma una progressiva accettazione di sé in un contesto amicale e familiare che, forse, suona un po’ troppo ecumenico e accogliente rispetto alle realtà che la cronaca ci propone ma ha, narrativamente, il suo senso.

Dagli 11 anni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto