Champions e serie A: vacilla il calcio di Sky sotto i colpi (e i prezzi) di Premium

Mediaset Premium sta facendo vacillare la leadership di Sky per quanto riguarda il calcio. A dirlo sono i numeri e le offerte che Mediaset sta riservando ai suoi nuovi (o vecchi) abbonati. La Champions League in esclusiva ha spostato pesantemente l’ago della bilancia dalla parte della tv di Berlusconi. E non solo…

Champions League su Mediaset
Per un appassionato di calcio sapere che la Champions League sarà priorità, per tre stagioni, di Mediaset Premium, che tar i suoi volti annovera Mikaela Calcagno (nella foto d’apertura), è già un bel colpo. Da aggiungere che il palinsesto italiano garantirà la visione della serie A di tutte le partite delle squadre più importanti del nostro campionato: Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Fiorentina, Napoli e Genoa…
Il prezzo, poi, è quello che al momento fa più la differenza: abbonarsi a Premium entro il 31 luglio costerà 26 euro (per 6 mesi, poi 42 “trattabili” a seconda delle offerte del momento) col pacchetto tutto incluso, e si inizierà a pagare da settembre.

Anche il Pacchetto C “scippato” a Sky
Altra stoccata inflitta al colosso di Murdoch è stata quella relativa al “Pacchetto C” per il triennio 2015-2018. Il pacchetto riguarda le prime interviste del pre e post partite, le immagine dagli spogliatoi e dal tunnel, il commento dei bordocampisti, la postazione cronisti nel garage del parcheggio pullman, oltre all’intervista flash tra il primo e secondo tempo.
Anche i diritti d’archivio saranno priorità Mediaset (escluse Juventus, Roma, Empoli, Sassuolo e Torino), indipendentemente dalla trasmissione “live” della partite di campionato, nessun’altra emittente potrà trasmettere immagini tratte dagli incontri di Serie A disputati tra le 15 squadre, a eccezione di una finestra di otto giorni successivi ai match. Addio probabilmente al “Serie A remix” di Sky. Questa operazione cambierà di molto le abitudini televisive degli abbonati calciofili…

aaaadilettaelle

Murdoch risponde con L’Europa League e la serie B
E Sky? La più importante tv satellitare ha cercato di ampliare di molto la propria offerta dopo aver perso il prodotto principale. Non potendo contare sulla “qualità” ha cercato di mettere in pole position la quantità: Europa League e Serie B in esclusiva (nella foto qui sopra Diletta Leotta, che sarà il volto Sky della serie B), tutta la serie A (senza “discriminazione” per le squadre di seconda fascia) e un pacchetto sport pieno di eventi.
Il problema resta comunque il prezzo molto elevato del pacchetto tutto incluso: 52,90 euro per i primi sei mesi, poi 67,90, più 5 euro di Hd facoltativo.
Per chi volesse seguire solo il calcio invece i costi sono di 19,90 per i primi sei mesi, poi 33,90. Mediaset a 26 euro dà il pacchetto completo, è normale essere in dubbio…

124 canali per la capofila 
Se le gerarchie per la tv satellitare riguardo al calcio sono state di certo scombussolate, Sky mantiene comunque una vastità di scelta decisamente superiore a Mediaset. 124 canali contro i “soli” 27 di Mediaset lasciano intravedere un enorme forbice tra le due emittenti. Dalle ultime stime sembra che gli abbonati Sky non siano diminuiti finora, quindi il prodotto e la fidelizzazione al marchio non hanno subito grosse variazioni. Chissà se resterà così la situazione, o si andrà in conto più di un abbandono verso fine estate.
Di certo la Champions League, per gli appassionati di calcio della nostra penisola, sposta, e tanto, gli interessi. Tre anni, poi, sono lunghi da passare… A meno che le due big non vengano a patti. Ma per ora è guerra aperta.

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto