A Bologna occupate due donne su 3, a Napoli una su 4

A Bologna lavorano due donne su tre, a Napoli una ogni quattro. Il lavoro è “rosa” sotto le due torri, mentre alle pendici del Vesuvio le donne (ancora) arrancano: il tasso d’occupazione femminile più alto d’Italia si registra nella provincia di Bologna dove due terzi delle donne svolgono un’attività (66,5%).

L’occupazione più bassa nel triangolo Barletta-Andria-Trani

Al contrario, nel Mezzogiorno per il “sesso debole” la percentuale delle impiegate si assottiglia drasticamente: il tasso più basso si rileva a Barletta-Andria-Trani dove lavora meno di un quarto della componente femminile (24,1%), così come circa il 25% è in servizio a Napoli (25,5%), Foggia (25,6%) ed Agrigento (25,9%).

Il report dell’Osservatorio dei consulenti del lavoro

Queste cifre emergono dal report realizzato dall’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro, illustrato stamani al Teatro Augusteo di Napoli. Dati favorevoli alle lavoratrici anche in altre province del Centro-Nord: fra queste Bolzano (66,4% di occupate), Arezzo (64,4%) e Forlì-Cesena (63,3%).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto