Sepang: la vittoria di Vettel, l’entusiasmo di Marchionne (video)

Lunga, quanto inattesa, corsa di testa di Sebastian Vettel, con la sua Ferrari, nel Gran premio della Malesia.  Vettel è stato in testa per quasi tutta la gara di Sepang, davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton e a quella di Nico Rosberg, terzo. Dopo 676 gorni la rossa di Maranello torna a vincere.

“Ferrari is back”, la Ferrari è tornata, “Sì ragazzi, urlano dai box della rossa, grazie grazie grazie”.

Penalizzato da una foratura in partenza, Kimi Raikkonen, che però è risalito fino al quarto posto dopo essere finito in ultima posizione. Appassionanti i giri finali.

“Questa squadra non ha un papà, ne ha 1.300. Incredibile no, però è andata bene. Io dico piedi per terra e testa bassa””, dice il team principal di Maranello, Maurizio Arrivabene, che poi fa lo scaramantico: “Ci eravamo dati l’obbiettivo di vincere quest’anno due Gran premi, il primo è arrivato”.

Qui potete vedere il video di Sky con l’ultimo giro.

 

I due inni sul podio

Incredibile la gioia di Sebastian Vettel, che saltella ovunque con la bandiera col simbolo della Ferrari. Sul podio suonano, uno dopo l’altro, l’inno tedesco per Sebastian e quello italiano per la rossa. Sembra di essere tornati ai tempi di Schumi. Vettel piange e ride sul podio, non sapendo a quale parte di se stesso dare più sfogo.

Vettel, ora, è secondo nella classifica mondiale, a tre punti dal campione del mondo Hamilton. L’egemonia Mercedes sembra rotta. Se sarà così, quest’anno con la Formula 1 si tornerà a divertirsi.

 

Il Cavallino non vinceva dal 2013

Con il trionfo d Sepang, Sebastian Vettel riporta alla vittoria il Cavallino che non vinceva dal 2013 quando Fernando Alonso portò per l’ultima volta la Rossa al traguardo davanti a tutti in un ormai lontano 12 Gp di Spagna (era il 12 maggio 2013) sul circuito di Montmelò vicino a Barcellona.
Lo stesso Alonso oggi – al rientro dlal’infortunio misterioso proprio di Montmelò – ha dovuto ritirarsi con la sua McLaren-Honda, per un ordine arrivatogli dai box.

 

“Gara fantastica”, l’entusiasmo di Marchionne

“Gara fantastica! Sono felice per tutti i tifosi della Ferrari che aspettavano da tanto tempo una giornata così. Forza Ferrari”: l’erede di Montezemolo alla guida del Cavallino , Sergio Marchionne, esulta: “Grazie di cuore a Maurizio Arrivabene, alle donne e agli uomini della Scuderia. Quello che abbiamo visto oggi è il risultato dell’incredibile duro lavoro degli ultimi mesi, un lavoro fatto in silenzio e con umiltà come fa una grande squadra. Complimenti a Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen per una gara sensazionale. Sono felice per tutti i tifosi che aspettavano da troppo tempo una giornata così. Forza Ferrari”.

 

Le qualifiche del venerdì e del sabato a Sepang

Lewis Hamilton partirà in Pole position con la sua Mercedes domani mattina a Sepang. Ma la sorpresa clamorosa è il secondo posto della Ferrari di Sebasitan Vettel, secondo per soli 74 millesimi. Terza l’altra Mercedes di Nico Rosberg. Purtroppo è solo 11° Kimi Raikkonen, ma la Ferrari torna in prima fila dopo ben 38 Gran premi. I tifosi sognano addirittura la vittoria. Certo che la rossa è migliorata moltissimo rispetto allo scorso anno. Ai box Ferrari il secondo posto è stato festeggiato come se fosse una Pole.

 

Gli altri piloti nei primi dieci

Al quarto e al quinto posto ci sono sulla griglia le Red Bull di Ricciardo e di Kvyat. Sesto tempo per la Toro Rosso di Verstappen davanti alla Williams di Massa e alla Lotus di Grosjean. Nono posto per l’altra Williams di Bottas davanti alla Sauber di Ericsson, che ha sottratto il decimo posto a Raikkonen (e secondo il ferrarista lo ha ostacolato nel giro decisivo).
Il diluvio blocca le qualifiche

Q3 bloccato dal diluvio. La caccia alla Pole position è stata interrotta. Punito Raikkonen da un doppio errore: suo e della Ferrari. Domani partirà dall’11° posto. Kimi non è felice, ma è colpa anche sua, uscito in ritardo nel Q2.

“Ma le uscite le decide la squadra”, sottolinea torvo il ferrarista.

Soddisfatto, invece, Vettel che è uscito al secondo posto dal Q2, subito dietro la Mercedes di Rosberg.

 

La Ferrari quest’anno attesa alla prova d’appello

Bisognerà attendere le qualifiche per la Pole position per vedere se davvero la Ferrari quest’anno ha cambiato passo. La diretta alla Malesia è alle 10 di stamattina su Sky Formula 1. La Mercedes è stata finora la più veloce anche a Sepang, ma la rossa di Maranello dimostra di essere più vicina, soprattutto nel passo gara, alle Stelle d’Argento rinforzando la sua posizione di seconda forza del Mondiale conquistata a Melbourne.

Questo è stato il principale verdetto del venerdì di prove libere andato in scena suo ‘circuito forno’ che ospita il Gran Premio della Malesia e che hanno visto Lewis Hamilton chiudere con il miglior tempo nonostante i problemi accusati nella prima sessione.

 

Raikkonen secondo, Vettel settimo nelle libere di ieri

L’inglese campione del mondo, unico a scendere sotto il muro dell’1’40”, preceduto di poco più di tre decimi di secondo Kimi Raikkonen che ha ben impressionato anche al mattino. Terzo tempo complessivo per Nico Rosberg, settimo Sebastian Vettel.

 

Alonso è tornato, ma è indietro

Fernando Alonso è tornato nel giorno dell’esordio in pista con la McLaren targata Honda dopo essersi messo alle spalle i problemi fisici avuti per l’incidente dei misteri di Montmelò.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto