Meteo: venti forti al Nord, burrasche in Puglia, Basilicata e Calabria

Improvviso (e inatteso) peggioramento del tempo a pochi giorni dal Capodanno. Un’ampia zona di bassa pressione sull’Europa orientale determinerà venti forti e nevicate sui rilievi del Centro-Sud e un generale abbassamento delle temperature, specie sulle Regioni adriatiche centrali e al Sud: lo rende noto la Protezione civile che ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse.

Venti forti sul Piemonte, tempeste al Sud
Sono previsti venti forti settentrionali sul Piemonte, mentre, dal primo mattino di oggi, venti forti dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca forte, su Puglia, Basilicata e Calabria, in particolare sulle zone adriatiche e ioniche, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

 

Ieri ha colpito la nebbia
Il maltempo arriva sull’italia (anche al Sud) prima del previsto. Un’ampia zona di bassa pressione sull’Europa orientale determinerà, a partire da oggi, venti forti e, da domani, addirittura nevicate sui rilievi del Centro-Sud e un generale abbassamento delle temperature, specie sulle Regioni adriatiche centrali e al Sud: lo rende noto la Protezione civile che ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse.

a-amerigovespucci

Nebbia a Firenze e a Pisa

Un nebbione ha avvolto la zona a Sud di Firenze. Si fa difficile anche la situazione degli aeroporti toscani, dopo un inizio di mattinata caratterizzato, riseptto a ieri, da schiarite.

All’aeroporto “Vespucci” di Firenze ci sono molti ritardi per partenze e arrivi, oltre a cancellazioni e dirottamenti.

La situazione, un po’ alla volta, sta tornando alla normalità. Qualche problema, sempre a causa della nebbia, è stato registrato pure a Pisa, intorno alle 10 di stamattina, con un paio di voli dirottati su altri scali. Anche qui ora tutto sta tornando nella norma.

Anche sull’autostrada Firenze-Roma nel pomeriggio ci sono stati rallentamenti dovuti alla nebbia.

a-maltempo

Venti forti sul Piemonte, burrasca su Puglia, Basilicata e Calabria

Dal pomeriggio di oggi, sono previsti venti forti settentrionali sul Piemonte, mentre, dal primo mattino di domani, venti forti dai quadranti settentrionali, con raffiche di burrasca forte, su Puglia, Basilicata e Calabria, in particolare sulle zone adriatiche e ioniche, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.

Ora il tempo di Capodanno diventa incerto: le previsioni del 27 mattina

Capodanno ancora con l’alta pressione. Il tempo sarà bello, prevalentemente soleggiato. Da segnalare – secondo ilmeteo.it (suo anche il grafico) – soltanto il possibile ritorno di banchi di nebbia, anche fitti sulla Pianura Padana, specie centrale e occidentale, e una maggior nuvolosità lungo le coste, ma innocua.

 

Temperature massime sopra la media 

Se nelle zone di pianura, ove la nebbia resisterà, le temperature si manterranno piuttosto fredde, lo stesso non si potrà dire dei rilievi: sui monti e in collina le temperature massime si manterranno sopra la media del periodo.

Dal 29 gelo nel Sud Adriatico

Dal 29 dicembre, la posizione dell’alta pressione favorirà la discesa di aria gelida da Nord/Nord-Est sulle regioni adriatiche e al Sud, con conseguente calo termico anche importante. Come succede spesso con l’alta pressione invernale, potranno esserci le condizioni per la formazione di nebbie soprattutto sulle pianure del Nord.

Neve dal 3 gennaio?

Volendo volgere lo sguardo anche un po’ più in là, ci sono indicazioni sul lungo termine per una possibile circolazione più fredda settentrionale a partire dai giorni dopo il Capodanno e verso la Befana.

L’alta pressione infatti si sposterebbe verso l’Atlantico settentrionale facendo scendere, direttamente dall’Artico, masse di aria gelida che raggiungerebbero il Mediterraneo centrale, quindi l’Italia. Ma si attendono ancora conferme, come sempre accade con le previsioni a lungo termine.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto