Brescia: gira un film hard per pagare le bollette, il tribunale le toglie i figli

Tolti a una donna di 46 anni i figli perché ha girato un film a luci rosse in casa e lo ha pubblicato su Internet. Lo ha disposto il tribunale di Brescia sottolineando che “l’uso della casa coniugale per girare filmati pornografici rappresenta un pregiudizio gravissimo alla dignità morale dei ragazzi”.

Lei: “Dovevo pagare bollette ed Equitalia”

Lei ha ribattuto in questi termini: “Ho sbagliato, ma l’ho fatto perché avevo bisogno di soldi. Troppe spese da sostenere e il mio ex marito non contribuiva. Ho preso i soldi e pagato bollette e cartelle di Equitalia, è tutto documentato”. “Chiederemo la revoca del provvedimento”, ha assicurato il suo avvocato, Carlo Beltrani.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto