Sud, il maltempo non molla: nubifragi nel Siracusano, crolla una casa

Una circolazione instabile continua a essere attiva sulle regioni meridionali. Le nubi e i rovesci sparsi saranno ancora diffusamente presenti oggi in particolare tra Puglia, Lucania e Calabria, nonché sulla Sicilia, fa sapere la redazione de IlMeteo.it. Qualche addensamento con fenomeni occasionali sul Salernitano, sulle coste abruzzesi e sul basso Lazio, specie sui rilievi del Frusinate. Altrove bel tempo prevalente, salvo rari addensamenti sulle Alpi orientali.

I problemi in Sicilia

Finora la situazione peggiore si è registrata la notte scorsa a Siracusa, dove sono saltati i tombini e le autovetture vi sono rimaste incastrate con le ruote. Settanta i centimetri che si sono accumulati facendo crollare parte di una vecchia casa. Le piogge hanno creato danni anche alle infrastrutture e problemi con la distribuzione dell’energia elettrica.

La situazione di sabato

La circolazione instabile presente sulle regioni meridionali persisterà almeno fino a tutto sabato. Tra venerdì e sabato, fanno sapere gli esperti, potrà aversi anche una intensificazione dei fenomeni, attesi più forti tra Puglia, Lucania e Calabria ionica, qui soprattutto sul Crotonese. Sabato inoltre è previsto un peggioramento anche sulle aree alpine e prealpine con arrivo di locali piogge.

Alta pressione dalle Azzorre

Sempre in prevalenza stabile e soleggiato sul resto del Paese. Evoluzione un po’ più incerta, secondo i dati odierni, per la prossima settimana. Gli impulsi perturbati in arrivo da Nord, come prospettato dal quadro modellistico, potrebbero subire una spallata verso Est, a causa di una rimonta dell’alta pressione delle Azzorre e interessare in maniera più marginale le nostre regioni. Evoluzione da definire nei prossimi giorni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto