È il momento del Nergi, l’extrafrutto “mini” caro ai nutrizionisti

Comincia ad arrivare nei supermercati il Nergi, un “extrafrutto”, simile a un kiwi delle dimensioni di un’oliva, coltivato principalmente in Piemonte, molto apprezzato per le sue proprietà nutritive.

I nutrizionisti lo raccomandano, essendo un concentrato di energia, ricco di principi nutritivi e facile da consumare.

Soprattutto nel cuneese

Il Nergi, scoperto da pochi anni come possibile consumo di massa, è coltivato soprattutto nel cuneese e più specificatamente nell’area di Saluzzo, dove i nergi sono una nuova attrattiva d’investimento per gli agricoltori.

Una grande carica energetica e vitaminica

I motivi del successo del nergi sono da ricercare soprattutto nella sua carica energetica (il nome Nergi richiama proprio questo concetto) e vitaminica: 100 grammi contengono 52,5 mg di vitamina C, molto più dell’arancio (39,7 mg / 100gr), del litchi (42 mg / 100 gr) e addirittura del ribes (40 mg / 100 gr).

Al suo interno troviamo però anche vitamina E (5.28 mg / 100 gr, o il 44% del RDA), fibra (3,6 mg / 100 gr) e minerali come magnesio (ben 19,4 mg ), calcio (45,9 mg / 100 gr) e fosforo (29,4 mg / 100 gr).

Uno “spezzafame” ideale a metà giornata

Il tutto a fronte di sole 52 Kcal per 100 gr, che insieme a semplicità di assunzione (si mangia con la buccia) e dimensioni mignon, lo rendono il prototipo perfetto di extrafood, ovvero lo spezzafame ideale in ogni momento della giornata. E’ distribuito, oltre che in vaschette, anche in shaker che lo trasformano in uno street food salutare.

Infine il nergi, grazie al suo sapore dolce e acidulo al tempo stesso, e al colore verde intenso dovuto all’alto contenuto di clorofilla, trova anche impiego in cucina, sia all’interno delle portate, sia come snack, colazione o spezzafame. Per questo, in occasione della Fiera internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, il 30 ottobre, le scuole di cucina si sfideranno sul tema “Extrafood: Pera Madernassa e Nergi nell’alimentazione extradomestica” (con un duetto tra 2 superfrutti).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto