Pallanuoto: gli Usa battono il Setterosa 11-6, Italia seconda

L’Italia arriva alla finale del torneo preolimpico di Gouda e perde nettamente con le campionaesse mondiali e olimpiche gli Stati Uniti, che vincono 11-6.

Al terzo posto la Russia che sconfigge la Spagna per 10-4.

 

aaaazzurre

Ieri il Setterosa ha battuto la Russia

Un’altra vittoria del Setterosa nel torneo pre-olimpico che si sta giocando a Gouda, in Olanda. Le ragazze di Fabio Conti – che già avevano sconfitto la Russia per 6-2 nel girone di qualificazione – hanno vinto anche la semifinale con il punteggio di 9-7.

La finale si gioca oggi, alle 17,45, contro la squadra che finora è apparsa la più forte: gli Stati Uniti. Ma fin qui il Setterosa ha giocato un ottimo torneo. Tutto è possibile.

 

Sconfitto il Canada, conquistano il pass per Rio

Le azzurre della pallanuoto battono, con un finale emozionante, il Canada e conquistano le Olimpiadi di Rio de Janeiro. Finisce 8-7, con l’espulsione negli ultimi secondi del Ct canadese “impazzito” di rabbia per un fallo contestato di una dlele sue giocatrici.

Oggi le prime quattro giocheranno ancora, ma solo per una classsifica che definirà le teste di serie nel torneo olimpico.

L’Italia, alle 17,45, affronta la Russia, mentre alle 16 gli Stati Uniti se la vedono con la Spagna. Non è prevista la copertura di RaiSport che c’è stata ieri.

Domani le finali per il 3° e il primo posto.

 

La bravura della Garibotti in difesa e all’attacco

Su tutte – nel Setterosa –  in evidenza Arianna Garibotti, (nella foto in basso) che – pur essendo un difensore del Messina – ha segnato il maggior numero di gol della nazionale. Ora sono due le squadre italiane ad aver conquistato il diritto di partecipare alle Olimpiadi: l’altra è la pallavolo maschile. Si attende ora la qualificazione del Settebello, la squadra di pallanuoto maschile.

aaaagaribotti

Una qualificazione attesa e sofferta

 

Il Setterosa si gioca oggi, in Olanda, la qualificazione alle Olimpiadi di Rio, in una delle ultime occasioni utili. Alle Olimpiadi ci vanno quattro squadre e l’Italia se batte il Canada va in semifinale, conquistando il diritto alla partecipazione olimpica.

Sono già sicure classificate le pallanuotiste degli Stati Uniti, ma anche le azzurre del Ct Fabio Conti finora hanno disputato un buon torneo, vincendo 4 partite e pareggiandone una.

Ma ai quarti è tutto azzerato. Oggi conta solo la vittoria o la socnfitta. A metà partita, dopo i primi due tempi, le italiane sono in vantaggio per 6 a 4. Ma hanno sprecato 5 superiorità numeriche su 6. Troppi errori per stare tranquilli.

Ma il terzo tempo, nonostante gli errori delle azzurre che continuano, finisce 8-5 per le italiane, che riescono sempre a recuperare un gol.

Il nervosismo delle azzurre nel momento decisivo

Ora mancano solo 8 minuti alla qualificazione per le Olimpiadi. Ma il quarto tempo inizia male e le canadesi si portano a una sola rete di distanza: 8-7 per il Setterosa, che deve reagire.

Ma la squadra di Conti è troppo nervosa: Frassinetti sbaglia un gol fatto, da sola davanti alla porta del Canada. A 48 secondi dalla fine il Setterosa è ancora in vantaggio. Ma non c’è niente di rassicurante per il Ct dell’Italia in questo momento. Il portiere, Giulia Gorlero, sventa una palombella pericolosissima alla fine.

Ora il pallone è in mano al Setterosa. Arriva il time out di Fabio Conti per giocare gli ultimi 7 secondi con intelligenza. Si torna a giocare, fallo sulla Garibotto. Gli arbitri lo fischiano e il Ct canadese, Paradero. si merita il rosso per le proteste: espulso. Finisce con la vittoria delle azzurre. che sono a Rio.

 

La soddisfazione del Ct

Soddisfattissimo il Commissario tecnico del Setterosa. “Queste ragazze – dice – sono abituate a soffrire e, anche se non ho potuto alla fine effettuare un cmabio, hanno dimostrato un’ottima tenuta atletica”.

aaadimario

La medaglia di bronzo mondiale nell’agosto 2015

Arriva la medaglia di bronzo atteso da 12 anni: il Setterosa batte l’Australia ai rigori dopo un’altra partita da “cuore-batticuore” e stavolta la spunta. L’Italia, in vantaggio per 5-3, si fa raggiungere sul 5-5 e si va alla fine ai rigori ancora una volta dopo che l’Italia ha corso altri rischi, chiudendo i tempi regolamentari sul 7 a 7. Decisiva la rete di Garibotti e la parata precedente di Laura Teani contro Hannah Buckling.

La partita è stata molto equilibrata, gestita con bravura dalla squadra di Conti nel finale, che si era invece smarrita contro l’Olanda in semifinale. Il Setterosa comincia con gap: 2 gol subiti in superiorità, ma poi prende subito il pallino del gioco e raddrizza il punteggio proprio come le australiane, due volte in superiorità con Bianconi e Garibotti.

 

 

Il peso di Rosaria Aiello e Tania Di Mario

Rosaria Aiello, una veterana che sembra una ragazzina, segna la rete del 3-2 del primo vantaggio azzurro. Tania  Di Maio (nella foto qui sopra), all’inizio stranamente incerta per la sua classe e i suo standard, risponde colpo su colpo alle australianea e riporta avanti l’Italia con una prodezza balistica dagli otto metri. Alla fine arriva il bronzo atteso da 12 anni, che dà diritto anche alle Olimpiadi dell’anno prossimo a Rio. Meglio di così c’era solo la finale per il primo e seocndo posto. Ma va già bene così. Determinante, per la vittoria. la parata di Gorlero sul quarto tentativo australiano di Buckling e il successivo gol di Garibotti.

Il Setterosa esce, comunque, dai mondiali imbattuto perché ha perso contro l’Olanda soltanto ai rigori.

 

Soddisfatto il Ct, Fabio Conti

“I rigori sono una lotteria, ma la pallanuoto femminile è cambiata. Probabilmente con le vecchie regole e i supplementari potevamo fare di più.
Il bilancio è quello di un gruppo che centra delle finali importanti da due anni”, ha detto il ct azzurro Fabio Conti. “Non ho mai temuto nulla in questo mondiale, l’unico ostacolo di queste ragazze sono loro stesse. Questo è un bronzo importante in chiave olimpica, ci fa ben sperare per Rio, ma dobbiamo continuare a lavorare molto sodo perché il livello è molto alto”.  –

aaabronzo

Vi avevamo avvisati!

Preparatevi al peggio. Stasera nella semifinale di pallanuoto mondiale femminile contro il Setterosa c’è l’Olanda. La partita è alle 20,45 su RaiSport1, dopo la prima semifinale tra Usa e Australia.

La tradizione antica vede le italiane vittoriose ai mondiali tre volte su tre con le olandesi, ma quella recente è tutta contro le azzurre del Ct Fabio Conti. Tutto è iniziato un anno fa agli europei. Quando il match con le olandesi sembrava ormai in tasca una leggerezza a pochissimi secondi dal fischio finale fece sìmche le olandesi rientrassero in partita per poi vincere, guadagnandosi l’accesso alle medaglie.

Anche nell’ultima edizione della World League le azzurre sono state sconfitte dall’Olanda. Un 8-7, nel primo turno delle Super Finals, che ha interrotto il cammino della nazionale italiana. Ma Conti e le ragazze del Setterosa promettono che quello di stasera sarà un altro film. Finora sono state breve e concentrate. Si spera che continuino così.

L’altra semifinale sarà tra gli Usa (che hanno eliminato le spagnole campionesse del mondo in carica) e l’Australia (che ha battuto con fatica ai rigori la Cina).

Nelle qualificazioni l’Italia ha già battuto gli Stati Uniti.

aaasetterosabis

La conquista della semifinale: le notizie precedenti

La nazionale italiana femminile di pallanuoto – per tutti il Setterosa – è in semifinale ai mondiali di Kazan. Le azzurre – con una partita molto determinata – hanno battuto la Grecia per 9-6, non consentendo mai alle elleniche di avvicinarsi più di tanto. La più brava è stata l’esperta Tania Di Mario, autrice di quattro gol (nella foto).

In semifinale mercoledì Italia-Olanda

Il Setterosa ha raggiunto la semifinale come a Shanghai nel 2011, quando finì quarto. Ma stavolta potrebbe andare meglio, se le ragazze di Fabio Conti – che fin qui sono state bravissime – si confermeranno a questi livelli.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto