Corsa: i 10 trucchi per farsela piacere

Nessuno viene al mondo con il gene dell’“amo pazzamente correre”. Certo ci sono le eccezioni: di sicuro le gazzelle, i ghepardi, gli struzzi nasceranno con il sacro fuoco congenito della corsa (ma scommettiamo che se potessero impigrirsi sul divano con telecomando, non disdegnerebbero l’esperienza?).

 

Salti di gioia no, ma qualche trucco sì

Questo per dire che se vi aspettate di fare salti di gioia all’idea di uscire da casa per sudare faticare e rientrare con la faccia stravolta, state sbagliando. Purtroppo non esiste neanche una pillola magica per provocare la voglia di filare su un paio di scarpe da ginnastica. Però, visto che l’attività fisica è la miglior forma di prevenzione ed elisir di giovinezza, ecco 10 trucchi per imparare ad amare la corsa. O almeno farsela piacere.

 

1) Niente stress da prestazione
Non riuscire a finire neanche un chilometro, ansimare dopo qualche centinaio di metri è perfettamente normale le prime volte. Non guardate gli altri che vi superano in velocità. A parte il fatto che nessuno vi giudica, dovete invece essere orgogliosi solo per il fatto di starci provando. Del resto in qualche modo bisognerà pur cominciare. Insomma accettatevi come siete. E datevi il tempo per costruire la vostra resistenza e distanze.

 

 

2) Viva la lentezza
Non state facendo una gara alle Olimpiadi. Non è necessario andare forte. Andate piano, respirate, godetevi la corsa e ascoltate il vostro corpo. Magari alla fine vi potreste ritrovarvi a sorridere.

 

 

3) Fissate piccoli obiettivi
Vedete quell’albero? Ecco dovete arrivare lì. Bene. E adesso il palo alla prima curva. Benissimo. La creazione di piccoli obiettivi rende l’allenamento interessante. Oggi sarà il palo della luce, domani il nastro del traguardo di una maratona. Sono tanti piccoli successi e tante
fitte di soddisfazione. Bravi!

 

4) Godetevi questo momento tutto per voi
Il capo non vi sta con il fiato sul collo. I bambini non frignano. La famiglia non chiede. Beh, non è poi male, no? Pensate alla corsa come “un tempo tutto per me”. Vi piacerà di più.

 

5) Trovate un compagno di allenamento
Questa è una buona idea per i momenti in cui state per mollare. “NO stasera non ce la faccio”. Avere un compagno può dare una motivazione in più per uscire dalla porta. E poi un po’ di chiacchiere fanno passare il tempo più velocemente.

 

6) Trovate la App giusta

Un’altra buona idea è scaricare quelle App che trasformano la vostra corsa in soldi che andranno a una causa benefica. Ce ne sono tante: RunKeeper, Nike+ Running Charity Miles. Il concetto base? Più chilometri si macinano, più esse versano denaro a un ente che scegliete voi (fra quelli in elenco). Sono circa 25 centesimi a chilometro.  Bisogna ovviamente avere con sé uno smartphone con la geolocalizzaizone che calcola quanta distanza si percorre (funziona anche con altri sport, bici, pattini, camminate…). Un bel modo per motivarsi.

 

7) Ascoltate della bella musica
Non è un segreto: canzoni ritmate, allegre e amate possono distrarre dalla fatica fisica e anche farvi spingere un po’ di più. Tecnicamente le musiche
tra 120 e 140 battiti al minuto hanno il maggiore impatto. Ovviamente non tenete il volume troppo alto se siete in zone dove passa anche il traffico.

 

8) Registrate i vostri progressi
Tenete un diario dei vostri progressi in distanza e velocità. Se non ne avete voglia, ci sono delle app apposta che lo fanno per voi. Tra queste: MapMyRun, RunKeeper, o Runtastic. Vedere i miglioramenti è un ottimo stimolo per continuare.

 

9) Inventatevi i vostri trucchetti personali
Usate l’immaginazione per non mollare. C’è per esempio chi immagina di essere inseguito dai lupi di notte per continuare a correre. O chi pensa di dover correre per andare a salvare qualcuno in pericolo. Cose così. Sembreranno niente, ma funzionano.
10) Guardate il paesaggio intorno a voi
Gustatevi la scena mentre correte. La maestosità degli alberi, la pace del cielo, la forma delle nuvole. E’ tutto gratuito e in genere non c’è mai tempo per osservarlo. Apprezzate la possibilità di farlo e anche correre sembrerà meno pesante.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto