Un consigliere del Veneto: “Macché femminicidio, a essere uccisi sono gli uomini”

“Femminicidio? Statisticamente c’è il maschicidio: sono più le donne che uccidono gli uomini”. Parola di Stefano Valdegamberi, consigliere regionale del Veneto eletto nella lista Zaia presidente ed ex assessore al sociale che su Facebook interviene appena dopo il 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne scatenando una bufera. Ma non c’è solo la frase choc vergata sul social network perché a questa si aggiunge il link un articolo dal titolo chiaro: “La calunnia del femminicidio”.

La Lega: “Ci vuole rispetto”

Qui si farebbe il punto di una presunta maggioranza di vittime tra gli uomini che si estende anche ai “bambini abortiti” (e antiabortista è la posizione del politico). Ma neanche al centrodestra veneto è andata giù l’uscita del consigliere regionale. La leghista Giovanna Negro dice infatti: “Prendiamo le distanze, indignati, da simili comportamenti che non ci si aspettano da un consigliere regionale. Non si tratta di fare del femminismo o delle sterili polemiche, queste cose non si devono fare nel rispetto di tutte quelle donne che vengono maltrattante e uccise ogni anno per mano dei propri mariti o compagni”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto