Il Cdm designa Visco, la Boschi assente: si dà malata

Il Consiglio dei ministri ha designato Ignazio Visco come Governatore della Banca d’Italia. Lo si apprende da fonti di Palazzo Chigi. Alla riunione del Consiglio erano assenti alcuni ministri, Graziano Delrio, Beatrice Lorenzin, Maurizio Martina, Maria Elena Boschi e Luca Lotti.

Maurizio Martina, è impegnato a Napoli con la conferenza programmatica del Pd da lui organizzata in quanto vicesegretario dei Dem; Luca Lotti è impegnato oggi a Modena e Beatrice Lorenzin è in Sicilia.

Delrio e Boschi denunciano “problemi di salute”

Sarebbero invece assenti per motivi di salute Graziano Delrio e Maria Elena Boschi, a lungo protagonista – con Matteo Renzi – della battaglia contro la riconferma di Visco.

 

 

Il Sì del Consiglio superiore della Banca d’Italia

Il Consiglio superiore della Banca d’Italia, secondo quanto rilancia l’Agenzia Ansa, ha dato il proprio parere favorevole e il sostegno alla conferma di Ignazio Visco a governatore.

Il parere del Consiglio è necessario ma non vincolante prima della nomina con decreto da parte del presidente della Repubblica.

Ma ormai i giochi sembrano tutti fatti.

 

Nonostante il No di Renzi

Renzi aveva ribadito, fino a poche ore prima, di non condividere la ricandidatura di Visco a governatore della Banca d’Italia. Ma il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, non ha seguito l’indicazione del segretario del Pd e ha ricandidato il contestato (dal Pd) Ignazio Visco.

La lettera a Bankitalia

E così Paolo Gentiloni ha inviato la lettera al Consiglio superiore di Bankitalia per la nomina del nuovo governatore. Nella lettera il premier indica il nome proposto, Ignazio Visco, su cui la Banca dovrà dare un parere.

Il consiglio superiore della Banca d’Italia è stato convocato per domani mattina, alle 8.30, per esaminare la proposta del Presidente del Consiglio. Dovrà fornite, secondo la legge, un parere necessario, ma non vincolante, prima della nomina con decreto da parte del Presidente della Repubblica.

Renzi: “Non condivido, ma andiamo avanti lo stesso”

“Se il presidente del Consiglio decide di confermare Visco io non lo condivido, ma andiamo avanti lo stesso”.

Matteo Renzi ieri a notte fonda, in collegamento con Porta a porta dal treno Direzione Italia fermo nella stazione di Benevento, aveva provato ancora a stoppare il nome dell’attuale governatore.

Il giudizio è stato pesantissimo sul mandato di Visco da governatore di Bankitalia: “In questi sei anni nelle banche ci sono stati dei disastri. Spero che i prossimi sei anni siano migliori di quelli trascorsi, peggiori è un po’ più difficile.

Il management in questi sei anni non è stato all’altezza, sfido a trovarne uno che dice il contrario. La commissione d’inchiesta accerterà com’è andata”, ha aggiunto. Il leader Dem torna a garantire, come fatto finora, che rispetterà la scelta del premier, ma mette in chiaro che non intende fare i conti: “Mi interessano i risparmiatori, non i governatori. Neanche il presidente Usa dura in carica dodici anni”, polemizza come chi ha il dente molto avvelenato e anche come chi cerca un capro espiatorio per i disastri dlele banche contro i quali da presidente del Consiglio non ha mosso un dito.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto