Pantaloni larghi a vita alta bianchi a righe verdi arancioni e nere: sono trendy?

Mi trovo in autobus, tanto per cambiare e sto pensando a questa prima settimana di scuola, ascolto la musica e c’è un tipo davanti a me che penso di conoscere ma non ne sono certa… beh, per non saper né leggere né scrivere gli faccio un cenno.
Non risponde, forse perché sono vestita in modo strano tanto per cambiare, non proprio strano, ma diverso  dalla maggior parte delle ragazze della mia età, ho un paio di pantaloni larghi a vita alta bianchi a righe verdi arancioni e nere (detta così sembrano orribili ma sono belli, sono di Zara, controllate qui di persona) e una maglia che riprende l’arancione dei pantaloni, in ogni caso vado fiera del mio look, mi piace avere un mio stile diverso dagli altri.
Come dicevo, stavo pensando a questa prima vera settimana di scuola (la settimana prima abbiamo fatto pochissime ore a causa di problemi organizzativi della mia scuola). Devo dire di essere soddisfatta, come avevo scritto qualche settimana fa mi ero posta degli obbiettivi che sto seguendo (bere ogni mattina acqua e limone, depura lo stomaco! mettere la crema solare ogni giorno per proteggersi dalle rughe, fissa trasmessa dalla mia cara mamma, vestirmi bene, non abbuffarsi di cibo alle macchinette… eccetera).
A differenza dell’anno scorso quest’anno siamo nella parte più antica della scuola e cambiamo aula ogni giorno, perciò ogni mattina scegliamo in che banco metterci (è la cosa che mi piace di più!), il problema è che, se sei in ultimo banco e i primi sono vuoti, spesso e volentieri ti spostano in primo banco. Così se quando arrivo c’è posto solo in prima o ultima fila io e la mia fedele amica ci sediamo in quella che era l’ultima fila, prendiamo un paio di banchi dalla prima fila e li mettiamo dietro di noi ecco fatto!
Banchi molto carini se non fosse che l’altro giorno sono arrivata in classe 5 minuti in ritardo e il banco non c’era proprio, non esisteva. Ho finito per passare un’ora seduta su una sedia condividendo il banco con un amico in attesa della bidella Lucia!

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto