Palizzi: investe il “rivale” cinquantenne con un Suv, poi lo finisce a colpi di ascia

“Rancori persronali”, ma dovevano essere ben profondi per spiegare quanto è accaduto ieri sera – intorno alle 20 – a Palizzi Marina (nella foto un bel panorama) nella locride, in provincia di Reggio Calabria.

Così si è svolto il tragico episodio: un commerciante, Francesco Ferraro, di 41 anni, ha prima investito con il proprio Suv e poi ucciso, utilizzando un’ascia, un cinquantenne, Antonio Genova. L’autore del delitto, subito dopo si è costituito nella caserma dei carabinieri. Le indagini sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Locri.

Lo ha colpito con un’ascia mentre era stordito

Secondo gli inquirenti si tratta di un delitto messo in atto con estrema ferocia. Ferraro, infatti, dopo avere travolto la sua vittima, è uscito dalla vettura e ha sferrato alcuni colpi di ascia sull’uomo più anziao ancora a terra stordito.

Il delitto è stato porto a termine, con incredibile freddezza, sulla strada statale 106 vicino a diverse abitazioni e a poca distanza dalla stazione ferroviaria di Palizzi Marina. All’omicidio hanno assistito diversi testimoni.

Dissidi personali che duravano da tempo

La causa del feroce omicidio, secondo quanto emerso dalle prime risultanze delle indagini svolte dai carabinieri della Compagnia di Bianco e del Gruppo di Locri con il coordinamento della Procura della Repubblica di Locri, ci sarebbero stati dissidi personali tra Ferraro e Genova. Probabilmente i due avevano avuto una lite anche poco prima dell’omicidio. Ferraro, dopo essersi costituito, è stato messo in stato di fermo.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto