Domani parte il concorsone, posti in cattedra per 63.712 nuovi insegnanti

Ormai ci siamo. Entra nel vivo il concorso che manderà in cattedra 63.712 nuovi insegnanti. Le prove scritte prenderanno il via domani, giovedì 28 aprile, e proseguiranno fino al 31 maggio. Sono state 165.578 le domande presentate.
I candidati svolgeranno gli elaborati direttamente sul computer (8 domande sulla materia di insegnamento di cui 2 in lingua straniera a cui rispondere in 150 minuti).

aaaaconcorsone

Tutte le prove in contemporanea in Italia
A parità di classe di concorso e tipo di posto tutte le prove avverranno in contemporanea su tutto il territorio nazionale. E in una stessa giornata, nella stessa aula, si potrebbero svolgere 2 differenti prove (per classi di concorso/tipo posto diversi), una nella mattinata e una nel pomeriggio.

 

Polemica per i commissari d’esame sottopagati
Polemica sui commissari d’esame, pochi e malpagati secondo i sindacati. Il ministero dell’Istruzione ha reso noto oggi il calendario delle prove e inviato agli Uffici Scolastici le indicazioni operative per il loro svolgimento (dalla vigilanza nelle aule al riepilogo dei contenuti della prova).
Nei giorni scorsi il ministro Giannini  ha detto che dopo la vicenda dei commissari pagati 1 euro, arriverà presto un emendamento del Governo.

 

Le iscrizioni sono partite il 29 febbraio 2016

Da oggi  – lunedì 29 febbraio – scatta il concorsone per la scuola. Il bando lo si trova sulla Gazzetta ufficiale. È quello per il concorso – già ribattezzato “concorsone” – con cui reclutare 63.712 insegnanti. Possono accedervi solo i docenti già abilitati ed è suddiviso tra scuola dell’infanzia (7.237 posti), primaria (21.098), medie (16.616) e superiori (18.255).

aaainsegnantesostegno

Per la prima volta compresi gli insegnanti di sostegno

Inoltre i posti riservati agli insegnanti di sostegno sono 6.101 ed è la prima volta che si vedono inserire in un concorso pubblico. Altri 506 sono destinati ai docenti che insegnano l’italiano come lingua straniera.

I tempi per le candidature

Le iscrizioni a questo concorso – preceduto nel 2012 da un altro che aveva messo a disposizione 11.542 posti – si aprono alle 8 di lunedì 29 febbraio e per candidarsi c’è tempo fino alle 14 del 30 marzo. Qui, su Istanze online, la domanda. Poi il 12 aprile 2016 sempre la Gazzetta ufficiale pubblicherà le date delle prove scritte, previste a partire dalla fine di aprile.

Le candidature saranno solo online

Le domande possono essere presentate solo online e si dovranno fornire informazioni su regione e insegnamenti richiesti, titoli di accesso (abilitazione e/o abilitazione e specializzazione in caso di sostegno), altri titoli valutabili, titoli di preferenza, titoli di riserva e altre dichiarazioni.

Le prove: scritto e orale

Dalle stime del ministero dell’Istruzione, 200.000 saranno i partecipanti che si sottoporranno a una prova scritta da 150 minuti: 8 domande a risposta aperta sulla materia d’insegnamento, 2 a quiz in lingua straniera. L’inglese è obbligatorio per la scuola primaria e poi si può scegliere un’altra lingua europea. Per tutte è indispensabile il livello B2 (livello intermedio superiore). Segue una prova orale da 45 minuti. Di questi, si dovrà simulare per 35 minuti una lezione mentre i restanti 10 saranno un colloquio.

Il numero attivato dal Miur

Chi avesse necessità di assistenza o informazioni in merito alla candidatura può rivolgersi al numero di assistenza predisposto dal Miur: è lo 080.92.67.603, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Nei prossimi giorni sarà messa online una serie di faq (domande ricorrenti con relative risposte) a disposizione degli insegnanti interessati.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto