Pane e pasta gluten free: la scoperta di due italiane vince gli European inventor award

Pane e pasta senza glutine, ma con lo stesso sapore e la stessa fragranza di quelli che il glutine lo contengono. Buone notizie per i celiaci e gli intolleranti, dato che li si potranno avere grazie a una scoperta italiana fatta dalle ricercatrici Virna Cerne e Ombretta Polenghi in gara per l’European Inventor Award 2016, il premio già attribuito in passata a un’altra italiana, Catia Bastioli, per la plastica biodegradabile.

aaaagluten02

Proteine estratte dal granoturco

Questa volta la scoperta riguarda la scienza alimentare e le 2 ricercatrici hanno individuato un metodo per estrarre dal granoturco proteine simili a quelle del glutine da utilizzare al posto dei chicchi tradizionali. “Cerne e Polenghi”, spiega l’Epo, lo European patent office, che ha candidato al premio la scoperta italiana, “non sono state le prime scienziate ad ottenere le proteine dal granoturco, ma il loro ha rappresentato il primo processo estrattivo che non avesse come conseguenza un impasto grumoso, spento o disgustoso”.

Metodo brevettato dallo European patent office

“Il loro metodo brevettato”, prosegue l’Epo, “consiste nel mescolare il granoturco o un prodotto da esso derivante in una soluzione di acqua e alcol e riscaldarla. Tale processo è in grado di isolare due proteine simile al glutine chiamate zein e glutelin, che possono poi essere aggiunte al cibo in diverse quantità a seconda di quale consistenza, aspetto o gusto si voglia risultare simili”.

Nel 2015 spesi oltre 4 miliardi in cibi gluten free

Si tratta di un avanzamento importante, considerando che nel solo 2015 sono stati spesi in alimenti gluten free oltre 4 miliardi con una previsione, entro il 2020, si superare i 7 miliardi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto