Al supermercato evitando la fila: i trucchi per non perdere tempo

Con l’avvicinarsi del Natale, aumenta il rischio che i tempi d’attesa alla cassa si allunghino con l’allungarsi delle file. Ma al problema, che fa perdere tempo e pazienza, ci può essere una soluzione. È contenuta nel nuovo libro di David Andrews, “Why does the other line always move faster?” (Perché la fila accanto scorre sempre più velocemente della tua?) che inizia sfatando un mito, quello contenuto nel titolo del volume: si tratta di una sensazione che altera la percezione del tempo, in realtà le file accanto a voi non si sfoltiscono più rapidamente.

La fila è lenta: spesso è colpa di una percezione errata

L’idea che invece accada il contrario discenda dalla frustrazione, se non dall’irritazione, che si prova in determinati momenti. Poi entra in gioco anche il calcolo delle probabilità che, se errato, può davvero farvi finire in una fila che all’improvviso rallenta a causa di un intoppo occorso a chi sta davanti a voi. E per ovviare a questi fattori, ecco che arrivano i trucchi dell’esperto David Andrews.

I suggerimenti per evitare code interminabili

Il primo è quello di scegliere una fila in cui ci sono molti uomini: meno pazienti delle donne, potranno più facilmente cambiare fila. Poi è utile optare per le casse che stanno a sinistra: la maggior parte della popolazione usa la mano destra e il suo cervello suggerisce di mantenersi in quella posizione. Inoltre un altro suggerimento riguarda i metodi di pagamento: meglio le casse che accettano solo il contante, chi vuole pagare con bancomat o carta di credito deve farsi un’altra coda. Infine diffidate dei carrelli all’apparenza vuoti: la fila si allunga a causa dei clienti, non di quanti prodotti acquistano.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto