Germanwings: risarcimenti alle vittime fino a 350 milioni

All’orizzonte di Germanwings e quindi di Lufthansa si profila un risarcimento danni per “responsabilità illimitata”. Dopo il crash di martedì scorso provocato dal copilota Andreas Lubitz e costato la vita ad altre 149 persone, si cerca di capire cosa rischia la compagnia aerea a causa del gesto del suo dipendente e se potrà sopravvivere all’ondata di denaro che dovrà versare alle famiglie delle vittime. Ondata che, da una prima stima, potrebbe aggirarsi intorno ai 350 milioni di dollari e che dovrà comprendere le spese funebri e per il supporto psicologico, oltre il sostentamento dei figli fino al ventisettesimo anno d’età se la famiglia ha perso la sua principale fonte di reddito (circa 6 mila euro l’anno).

Una convenzione del 1999 stabilisce la soglia minima

Geogre Leloudas, specialista in diritto dell’aviazione all’università britannica di Swansea, ha detto all’agenzia Bloomberg che “la responsabilità per le vittime potrebbe non avere un tetto massimo. Dal punto di vista della compagnia la situazione è davvero difficile. Non vedo a quali difese possa ricorrere”. Pochi strumenti, dunque, per difendersi. Innanzitutto si deve partire da un dato di fatto: la soglia minima del risarcimento, prevista dalla Convenzione di Montreal del 1999 e valida nella rotta percorsa dall’aereo schiantatosi sulle Alpi francesi.

“Germanwings dovrà provare di essere l’unica responsabile”

In base a questo accordo, infatti, i congiunti dei morti hanno diritto a 139 mila dollari. Ma, come riporta Il Sole 24 Ore citando Kevin Durkin, avvocato del Clifford Law di Chicago, “questa cifra non è un limite massimo. Se i parenti dovessere chiedere di più, starebbe a Germanwings provare che non è l’unica responsabile dell’accaduto”. Dunque, qui si aprirebbe una vertenza legale destinata a protrarsi a lungo e senza garanzie che possa risolversi favorevolmente per la compagnia.

L’ipotesi della collusione con il pilota da sfatare

James Healy-Pratt, avvocato dello studio londinese Stewarts Law, aggiunge: “Secondo le nostre stime, c’è almeno un miliardo di dollari di copertura assicurativa disponibile per Germanwings. La probabile compensazione a carico della compagnia a nostro avviso sarà nell’ordine di 350 milioni di dollari. La copertura resta valida a meno che non ci sia una chiara evidenza che il management di Germanwings era colluso con il copilota”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto