Xylella: Al Bano sosterrà la campagna per tagliare gli ulivi pugliesi malati

Mentre c’è chi vuole abbatterli tutti c’è chi si dà da fare per evitare lo scmepio. Il comandante per la Puglia del Corpo forestale dello Stato e commissione di governo per l’emergenza Xylella, Giuseppe Silletti, ha incontrato oggi a Bari il cantante Al Bano Carrisi.
Lo rende noto il Corpo forestale.

La buona volontò del cantante

Al Bano, Ambasciatore di buona volontà dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura delle Nazioni Unite Fao e dell’Onu, oltre che imprenditore vitivinicolo e produttore di olio, ha confermato la sua disponibilità a sostenere la campagna informativa di comunicazione istituzionale, destinata a tutti gli agricoltori e a coloro che hanno olivi interessati dall’attacco del batterio.

 

Un taglio selettivo contro il contagio

“Proprio la zona nord del leccese – si legge nella nota – è quella più interessata dall’eradicazione immediata delle piante colpite dalla malattia. Una campagna di taglio selettivo delle piante a rischio potrà evitare il contagio e la propagazione che potrebbe compromettere seriamente la produzione futura di olio nella zona”.

I tagli stimati “saranno decisamente inferiori – è scritto ancora – al quantitativo annuale di espianti che normalmente viene effettuato su richiesta volontaria dei proprietari”.

Nel 2014, ad esempio – conclude la nota – sono state estirpate 17.000 piante nella provincia di Lecce e 12.000 in quella di Brindisi, su esplicita richiesta dei proprietari, per motivazioni differenti da quelle causate della diffusione del batterio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto