Formula 1: la Ferrari di Vettel trionfa in Ungheria, tutte le dediche a Bianchi

La Ferrari di Sebastian Vettel trionfa all’Hungaroring. E lo fa per due volte nella stessa gara. Vettel, infatti che in Ungheria finora non aveva mai vinto, è stato fermato una prima volta dalla safety car, quando aveva 17 seocndi di vantaggio, che gli sono stati completamente annullati.

Ha dovuto ripartire davanti a Rosberg e ricostruire il suo vantaggio. Vettel ha raggiunto un altro record: è ora a 41 vittorie in Formula Uno, come Senna.

aaaakiwi

Al secondo posto si classifica Kvyat su Red Bull (nella foto qui sopra), al terzo Ricciardo, che l’anno scorso aveva vinto qui, sempre su Red Bull.

Per la rossa di Maranello è la seconda vittoria in questa stagione. E la fine della prima parte della stagione è segnata dall’inno tedesco per la vettura di Maranello e per quello tedesco di Vettel.

 

Arrivabene e la pizza all’arrabbiata

Il team manager, Maurizio Arrivabene, si toglie qualche sassolino dalla scarpa: ieri sera dice non ho mangiato spaghetti, ma una pizza all’arrabbiata.

La polemica è con Lauda che, incautamente, qualche settimana fa aveva detto che la Ferrari ormai era buona solo per cuocere gli spaghetti.

 

Nessuna Mercedes sul podio

Nessuna Mercedes sil podio. Al sesto posto Hamilton, che oggi ha pasticciato oltre ogni dire, all’ottavo Rosberg, manifestamente incerto nelle scelte importanti. E anche questa è una notizia. Conquista punti anche Fernando Alonso per la prima volta quinto da quando è in McLaren. Ora la Formula 1 si ferma per le vacanze. In testa alla classifica piloti c’è Lewis Hamilton, al secondo posto l’altra pilota-Mercedes, Nico Rosberg, al terzo Vettel. Il campionato tornerà, dopo l’interruzione esita, con i Gran premi di Spa e di Monza.

aaaapilorti

Poi Sebastian ha parole commosse per Jules Bianchi. “Questa vittoria è per te, Jules”, dice Vettel al suo box. Tutti i piloti hanno ricordato Jules prima del via con un suggestivo abbraccio.

Sfortunatissimo Kimi Raikkonen, fermato dalla sua power unit, quando era secondo.

 

aaabianchi

Sebastian Vettel: “È per Jules”

Anche sul podio, durante la premiazione ufficiale, Sebastian Vettel ripete: “Questa vittoria è per Jules” (nella foto lo sfortunato pilota francese). Anche il secondo classificato, Kvyat, dedica il psto “a Bianchi e alla sua famiglia”. non c’è neinte di retorico, in queste dichiarazioni. Anche il terzo classificato dice: “Se sono qui, lo devo a Jules”. Tutte parole spontanee.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto