Parma, latte per l’infanzia: i carabinieri sequestrano 126 chili di prodotto liofilizzato

Il nucleo antifrode dei carabinieri di Parma, dopo una verifica in un’azienda di trasformazione alimentare con sede nel Parmense, ha sequestrato 126 chili di latte di asina liofilizzato indirizzato alla trasformazione nell’equivalente di circa 1.800 litri di latte destinati all’infanzia.

Elementi per stabilire la provenienza del prodotto

L’attenzione dei carabinieri si è incentrata sulla carenza degli elementi essenziali – previsti dalle norme di settore – per stabilire la provenienza del prodotto. L’alimentazione infantile, ricordano i militari, negli ultimi anni ha attratto sempre più i riflettori del pubblico interesse, sia in ragione del particolare utente cui è destinata, sia per la sua strumentalità come mezzo di educazione alimentare, attraverso il quale viene a definirsi il rapporto con il cibo fin dai primi anni di vita.

Si punta alla sicurezza dei più piccoli

La sicurezza dell’alimentazione dei piccoli consumatori è “un bene prezioso e prioritario, in relazione ai molteplici fabbisogni nutrizionali specifici e alla delicatezza delle plurime implicazioni della salute dei bambini”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto