Alonso: tweet appassionato a Lara prima dell’esordio in Malesia

Fernando Alonso correrà nel prossimo Gran Premio di Formula 1 a Sepang, in Malesia, e durante la conferenza stampa di presentazione torna a parlare dell’incidente sul circuito di Montmelò, che gli è costato diversi giorni di ricovero in ospedale.

 

“Grazie Lara”

Oggi, dalla Malesia, posta anche diverse foto e condivide la sua allegria con i suoi fan. Tra gli altri Tweet,  ce n’è uno in cui ringrazia “la famiglia, gli amici, le persone care. Che mi hanno sottportato e si sono prese cura di me in questo ultimo mese. Soprattutto tu, Lara”. Lara é Lara Alvarez, giornalista sportiva e fidanzata ufficiale di Alonso, che per lei ha lasciato la modella Dasha Kapustina. La 28enne spagnol è nota alle cronache rosa per essere la ex di Sergio Ramos, calciatore del Real Madrid.

 

“Non ho avuto l’amnesia”
Il pilota della McLaren smentisce quasi immediatamente di avere avuto un’amnesia temporanea, come invece si disse sin dalle prime ore dopo l’incidente: “È stato tutto normale, non mi sono svegliato pensando di essere nel ’95 o parlando italiano, o cose del genere. Ricordo l’incidente, e ricordo le cose del giorno successivo”.

 

“Tutto normale”
“Con quel trauma sono stato ospedalizzato, ma le condizioni erano buone. C’è un lasso di tempo di cui non ho ricordi, più o meno dalle 2 alle 6. I medicinali hanno funzionato e non ci sono stati problemi. Ho ricevuto le cure già in elicottero e poi in ospedale. Credo di aver perso coscienza in ambulanza o forse già in clinica, ma i medici mi hanno detto che è normale per i farmaci che mi sono stati dati. Comunque la risonanza necessita di questi farmaci, è un protocollo normale. Abbiamo lavorato molto da vicino con la Fia, la squadra e le equipe mediche, sono stati tutti in costante contatto”.

 

“Colpa della McLaren”

Quanto alle cause, resta in piedi l’ipotesi di un guasto tecnico.
“Credo sia chiaro che c’è stato un problema alla macchina, però non lo riusciamo a riscontrare sui dati. Quello che abbiamo fatto con gli ingegneri in settimana è stato verificare tutti i dati disponibili. Sono totalmente d’accordo con la squadra, ora è impossibile dire cosa è successo, sarebbe una menzogna farlo. Prima o poi forse troveremo qualcosa, non lo so, se non ci siamo riusciti in tutto questo tempo”.

 

Di nuovo in pista
Lo spagnolo ha ricevuto l’ok anche dei medici della Fia per scendere in pista. “So che sarà dura quest’anno ripetere questi risultati, ma soprattutto sono felice di essere qui, sono pronto a godermi il week-end”, ha proseguito Alonso che ha percorso solo 500 km nei test con la sua McLaren.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto