Ricerca italiana: la metformina (antidiabete) blocca i tumori

I tumori sono “golosi” di zuccheri, e affamarli potrebbe essere la via per evitarne la crescita. Lo hanno pensato i ricercatori dell’Università di Genova, che hanno condotto degli esperimenti sulla metformina, scoprendo che questa molecola, utilizzata nelle terapie per diabetici,  è in grado di impedire alle cellule tumorali di assorbire zuccheri dal sangue, rallentandone la crescita.

 

La speranza: somministrato con altre sostanze
I risultati della ricerca italiana sono stati pubblicati sulla rivista Cell Cycle, ed è stata accolta con grande enutsiasmo dalla comunità scientifica. La Società Italiana di Diabetologia (SID), ha sottolineato che il farmaco, se successivi studi ne confermeranno l’efficacia, potrebbe essere somministrato in “cocktail” di terapie anti-cancro per potenziarne l’efficacia.

 

Lo zucchero: un carburante per far crescere gli antitumorali
L’alterazione del metabolismo del glucosio è condireato un caratteristico comportamento delle cellule tumorali, che utilizzano il glucosio come “carburante” per crescere.
Per assorbire quanto più zucchero possibile dal sangue i tumori sfruttano l’azione di una sostanza: il fattore di crescita insulino-simile IGF1, che attiva l’enzima tumorale PKM2. Questo a sua volta attiva meccanismi che favoriscono il “risucchio” degli zuccheri dal sangue da parte delle cellule malate. Gli esperti hanno studiato nel dettaglio il meccanismo con cui la metformina disturba la crescita dei tumori, osservando che il farmaco blocca l’azione di IGF1 e quindi ostacola l’ingresso preferenziale degli zuccheri nelle cellule tumorali.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto