Tania e Stefano sposi all’Elba (l’abito di Alessandra Rinaudo scelto un anno fa)

L’aveva detto e puntualmente l’ha fatto.  Tania Cagnotto si è sposata ieri mattina con Stefano Parolin all’isola d’Elba. La cerimonia si è svolta nella chiesa Madonna dell’Uva sulla bellissima baia di Biodola (nella foto uno sparcio), proprio dove i due si erano conosciuti nel maggio 2009.

a-biodola

Tanti i messaggi di auguri per la campionessa azzurra di tuffi, reduce dalle Olimpiadi di Rio dove ha conquistato un argento nel sincro e un bronzo nel trampolino da tre metri, ultimi trofei di una carriera straordinaria.

“Dopo la pioggia di medaglie e l’ingresso nell’olimpo dello sport si aprono le porte della vita con il tuo amato Stefano!!”, scrive la Federnuoto su Instagram.

a-cagnottouno

L’abito della sposa scelto da oltre un anno

Tania è stata accompagnata all’altare da papà Giorgio, visibilmente più emozionato della figlia. La sposa indossava un abito della fashion designer Alessandra Rinaudo (che aveva lavorato con la futura sposa da più di un anno, come spieghiamo nell’articolo qui sotto), le fedi sono state preparate da Gregorio Damiani. Testimoni della sposa la compagna dei tutti sincronizzati, Francesca Dallapè, con la quale ha vinto l’argento a Rio, e Alison Gallmetzer, amica da tempo dell’azzurra.
a-cagnottodue

È stato un matrimonio blindato, con l’esclusiva delle foto assicurata a un settimanale, ma qualche immagine – come qesuta che vedete con il gruppo dei tuffatori azzurri – è stata concessa. In elegante blu si nota, in basso a destra, la biondissima Francesca Dallapé.

I 200 invitati hanno dormito quasi tutti all’Hotel Ermitage che ha al suo interno la splendida chiesetta e che è accessibile solo dal mare. Il matrimonio è stato organizzato in tuttu i dettaglia da una wedding planner elbana, Rossella Celebrini.

La “ragazza” si era organizzata da tempo: le notizie del 14 agosto 2016

Nessuno potrà dire che non è una ragazza che si sa organizzare. E quindi nessuno si meraviglia se Tania Cagnotto dichiara – esattamente un anno fa – a Chi che ha già scelto l’abito e le fedi del suo matrimonio, che – badate bene – avverrà solo dopo le Olimpiadi di Rio dell’anno prossimo, dove ieri con Francesca Dallapè si è messa al collo la prima medaglia.

”Avevo due sogni nella vita: battere le cinesi e sposarmi. Le cinesi le ho battute e ora sto preparandomi a realizzare il secondo sogno”: con queste parole Tania annuncia le sue nozze con Stefano Parolin in una intervista pubblicata da “Chi”, in edicola il 5 agosto 2015.

aaaacagnnuovo

“Mi sposerò dopo le Olimpiadi”

”Mi sposerò dopo le Olimpiadi in Brasile nel 2016 – ha rivelato la tuffatrice che ai mondiali di Kazan ha conquistato un oro e due bronzi – Ma tutto deve essere pronto prima che inizi la preparazione per i giochi olimpici. Non potrò pensare ad altro che alla competizione.

aaasposa

Quando si affrontano gare così importanti la testa diventa un groviglio di pensieri. Tra confusione, emozione e paure è fondamentale arrivare allenati bene. Per questo abbiamo scelto le fedi con un anno di anticipo e ho incontrato Alessandra Rinaudo, la stilista che disegnerà il mio abito da sposa (nella foto uno degli abiti disegnati dalla Rinaudo). È stata una scelta che mi ha portato fortuna, visto come sono andati i mondiali”.

”Sembro così controllata – conclude la tuffatrice d’acciaio –  ma so già che il giorno delle nozze sarò emozionatissima e mi scenderà la lacrimuccia. È un sogno che ho fin da bambina e sono felice di poterlo realizzare con Stefano”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto