Viaggiare più leggeri per viaggiare meglio

Il mondo si divide tra chi viaggia portandosi dietro l’indispensabile insieme a molto d’inutile, e chi preferisce togliere pezzi al bagaglio e vivere piuttosto con qualche privazione in più. Sono vere e proprie scelte esistenziali che molto dicono sullo stile di vita di una perosna, delle sue sicurezze e talvolta anche sulle nevrosi.

Però esiste un punto di mediazione tra questi due estremi e con qualche accorgimento pratico è possibile intraprendere viaggi con un bagaglio leggero senza lasciare a casa nulla di davvero necessario. La finalità ultima è di viaggiare meglio e godersi la vacanza, anche last minute, evitando di trascinare appresso valigie dal peso di macigni, o di dover andare alla ricerca proprio di quella cosa che si è volutamente lasciata sul tavolo della cucina.

Ecco quindi alcune idee da cui prendere spunto:

1. preparare una lista accurata di cosa portare già qualche giorno prima della partenza e rivederla diverse volte per far gli opportuni cambiamenti, così da non scordare nulla o non portare con sé roba in eccesso;

2. imparare a ridurre l’abbigliamento all’essenziale, consapevoli di poter utilizzare i servizi lavanderia presenti nelle strutture ricettive per rinfrescare i capi sporchi;

3. prediligere i tessuti tecnici: sono più leggeri, più pratici, non si stropicciano e si asciuganoin fretta (vedi lavanderia al punto 1);

4. consultate le previsioni metereologiche per una scelta mirata del vestiario: l’accorgimento vale soprattutto per i soggiorni brevi e nello stesso luogo perché si evita di portare dietro tutto l’armadio;

5. valutare gli accostamenti di colore: scegliere capi dalle tinte neutre consente di fare molti più abbinamenti e sfruttare al massimo ciascun indumento;

6. prestare attenzione alle usanze del paese da visitare: alcuni abiti potrebbero essere inutili perché contrari alle osservanze del luogo;

7. razionalizzare le scarpe, che occupano molto spazio nel bagaglio: oltre al paio indossato potrebbe esser necessario un ricambio (uno solo però!), mentre le infradito in plastica – leggere e compatte – vanno bene in stanza e talvolta anche per uscire;

8. ridurre al minimo il kit bagno e usare piuttosto i prodotti in dotazione nelle stanze degli hotel;

9. spostarsi solo col bagaglio a mano e utilizzare un pratico servizio di spedizione-consegna delle valigie più pesanti: oltre a essere comodo perché il ritiro è a domicilio e la consegna avvieneall’indirizzo indicato. Con Packlink è possibile spedire con Poste Italiane, corrieri espresso nazionali o internazionali a tariffe vantaggiose e non vi sono quei vincoli di dimensione e peso imposti dalle compagnie aeree;

10. utilizzare tablet, smartphone, book-reader al posto dei libri e delle guide turistiche in carta: si perde la piacevole sensazione di sfogliare le pagine ma si risparmia in peso; in alternativa cercarei posti dove si pratica il book crossing per scambiare i volumi già letti con altri nuovi oppure siti di baratto per lo scambio di oggetti e servizi.

E voi, quali altri consigli avete per viaggiare più leggeri e godervi al meglio il tempo trascorso fuoricasa a conoscere ed esplorare luoghi nuovi?

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto