“Io sto con Bruno”: parte la campagna per salvare l’orso “comunista”

Molti animali sono già stati spostati, ma Bruno, un vecchio orso siberiano di 38 anni, insieme ad un altrettanto anziano bisonte non potrà lasciare il parco naturale di Cavriglia (un particolare nell’immagine sotto), nell’aretino, perché sarebbe difficile ambientarlo altrove e l’età non consentirebbe di portarlo altrove. Una campagna dell’amministrazione comunale, insieme con le associazioni animaliste, si propone ora di salvare quell’orso “comunista”, donato al comune nel 1974 dall’allora Unione Sovietica per onorare la memoria del partigiano ucraino Nicolaj Bujanov, ucciso nella vallata dai nazifascisti nel 1944.

aaaaorsosiberiano3

Il comune: “Vogliamo rilanciare il parco”

Insieme all’orso si vogliono salvare gli altri animali dell’area. Già dallo scorso anno alcuni animali sono stati mandati in altri parchi e si sta studiando lo spostamento in un’area belga di un gruppo di macachi giapponesi, un’impresa tutt’altro che semplice. Quanto all’orso e al bisonte “abbiamo stabilito”, spiegano in municipio, “di accompagnarli a miglior vita da dove si trovano adesso, altrove sarebbe difficile il loro ambientamento. Ma non vogliamo chiudere il parco, anzi qualificarlo e rilanciarlo”. Con la Lega antivivisezionista è stata anche lanciata una campagna di autofinanziamento per il progetto “Io sto con Bruno” con cui trovare il modo migliore per individuare una nuova casa per l’orso e il bisonte.

aaaaorsosiberiano2

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto