Bambini e regali: le scimmiette Usa sbarcano anche in Italia

Se è vero che a Natale un regalino non si nega neanche ai più grandi, si sa che sono i bambini i protagonisti indiscussi della festa, i campioni dello scarto. Ecco allora che in questi giorni di dicembre sono proprio i negozi di giocattoli quelli a essere presi più d’assalto da orde di genitori, zii e nonni alla ricerca frenetica del regalo più gradito.

Non a caso secondo una ricerca condotta dalla National Retail Federation, la Federazione nazionale dei commercianti statunitensi, ben il 40% degli americani (cinque anni fa era il 29%) acquisterà giocattoli per questo Natale. Non poco considerando che gli statunitensi sono particolarmente spendaccioni in fatto di giochi avendo speso nell’ultimo anno 28,9 miliardi di dollari (+6%).

 

I più popolari di quest’anno

Ma quali sono quelli del momento? Ecco alcune novità che secondo i rivenditori e gli esperti del settore, che ogni anno stilano la Top Toys list, andranno per la maggiore nel Natale 2017.

Nel campo dei videogames la Nintendo si prepara al “botto” natalizio con la Nintendo Switch (330 euro), la consolle domestica portatile che consente di giocare sia dentro che fuori casa. Lanciata sul mercato nel marzo scorso, questo dispositivo è destinato a superare nettamente la Wii nella classifica dei prodotti più venduti della Nintendo.

Ovviamente la consolle ha il suo “indotto” di videogames, ossia giochi creati apposta per lei che saranno acquistati sulla scia della Switch: tra tutti “Super Mario Odyssey”, “Mario Kart 8”, “Splatoon 2” e “The Legend of Zelda: Breath of the Wild”.

Hatchimals gemelli

Dopo l’incredibile exploit dello scorso anno, quando sono stati uno dei regali più richiesti dai bambini (introvabili già da fine novembre), gli animaletti di peluche interattivi che “nascono” da un uovo, si preparano a sbancare anche queste feste natalizie. A rilanciare il gioco è la versione “Surprise” (in offerta a 38,39 euro su Amazon) in cui dentro l’uovo non c’è solo un animaletto, ma due.

Gemellini di pinguini o draghetti che, una volta che i bambini hanno fatto schiudere l’uovo accarezzandolo e strofinandolo, (to hatch in inglese, da cui deriva il nome) impareranno a camminare, parlare, ballare e cantare e a interagire tra di loro.

Le scimmiette robot

Ancora animaletti, ancora interattivi. Questa volta si tratta di piccole scimmiette (ma ci sono anche in versione bradipo e unicorno) che si attaccano alle dita e rispondono alla voce parlando, mandando baci e sbattendo gli occhi.

Il loro nome è Fingerling e stanno facendo letteralmente impazzire i bambini americani, introvabili già da settimane sui siti delle più importanti catene di giocattoli come Walmart e Toys R Us. Qui da noi la moda presto scoppierà, visto che dagli Stati Uniti importiamo quasi tutte le manie e quindi potrebbe essere solo questione di tempo.

 

Lego Star Wars

Se i mattoncini della Lego sono immancabili tra i pacchetti natalizi, l’accoppiata con la saga fantascientifica di Star Wars è davvero esplosiva e ne fa da sempre uno dei regali nella top list.

É con il kit di costruzione del robottino BB-8 e con il First Order Star Destroyer (159,99 euro) legato al film in uscita “Star Wars: The Last Jedi”, che l’azienda danese che a settembre ha registrato il primo calo di vendite in oltre un decennio punta a un rilancio alla grande. Sempre disponibile e richiestissimo dai cultori della saga è poi The Millennium Falcon, l’astronave, che con i suoi 7.541 pezzi è, fino ad oggi, il set più grande della Lego.

Le donne della Nasa

Ma non c’è solo Star Wars. Quest’anno la Lego celebra le donne con una linea dedicata alle scienziate e alle astronaute della Nasa che hanno fatto la storia dell’agenzia spaziale statunitense. Si tratta in particolare di Nancy Grace Roman (astronoma), Margaret Hamilton (scienziata informatica), Sally Ride (la prima donna americana nello spazio) e Mae Jemison (la prima afro-americana nello spazio). Il set comprende piccoli modelli che illustrano le aree di competenza delle quattro donne, il tutto in 231 mattoncini da assemblare (24,99 euro).

I sempre verdi

Tra tante novità non ci si può dimenticare i “classici”. Quei giochi cha hanno intrattenuto e divertito generazioni di bambini e che resistono nonostante le nuove proposte. Per esempio la Barbie e le bambole delle principesse Disney, che quest’anno si arricchiscono del personaggio di Vaiana del film Oceania. I personaggi e i set della Playmobil e le piste Polistil per le macchinine.

Infine i giochi da tavola, intramontabili, Monopoly, Cluedo, Indovina Chi?, Twister e Taboo. E tanti auguri a tutti.

 

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto