Esami “inutili”: i medici pronti allo sciopero contro i tagli indifferenziati

Un decreto “sbagliato” quello contro gli “esami inutili”, contro il quale “è già in atto una mobilitazione che potrebbe portare anche a uno sciopero di tutto il mondo della sanità italiana”: la protesta monta, ad annunciarla è Costantino Troise, segretario dell’Anaao, il maggior sindacato dei medici dirigenti, commentando il decreto in arrivo sulle prestazioni inappropriate.

 

“Un taglio calato dall’alto”

Il taglio, “fatto dall’alto” è già al centro di una mobilitazione intersindacale e interprofessionale già partita, al centro degli Stati Generali dl 21 ottobre”, con Ordine dei medici, società scientifiche e sindacati. “L’obiettivo – spiega all’Agenzia Ansa – è una manifestazione unitaria. Non è un fulmine a ciel sereno”. ‘

‘Lo Stato si sostituisce al giudizio del professionista, assumendone le prerogative, a prescindere dal malato. Tutto questo – conclude – per poche centinaia di milioni perfino con strafalcioni tecnici”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto