Atene brucia: si sospettano 100 morti, 556 feriti, ipotesi dolo

Si sospettano almeno 100 vittime dei devastanti incendi a Nord-Est di Atene, 556 i feriti, almeno 16 i bambini in gravi condizioni.

La situazione è drammatica: migliaia le persone evacuate, la località di Mati, la più colpita, è incenerita. Il fumo denso ha raggiunto la capitale, dove il Partenone appare avvolto da una nube fitta. Il governo greco ha chiesto aiuto all’Europa. L’Italia ha messo a disposizione due Canadair e anche la Turchia, storicamente ‘rivale’ della Grecia, ha offerto aiuto. Si sospetta che le fiamme abbiano avuto un’origine dolosa.

Tre giorni di lutto nazionale

Il primo ministro greco Alexis Tsipras ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale.

 

Le prime notizie del 24 luglio

È di almeno 24 morti il bilancio delle vittime dei due incendi scoppiati vicino ad Atene, ma tende ad aumentare. Lo riporta il governo greco.

Il portavoce governativo Dimitris Tzanakopoulos ha fatto sapere inoltre che almeno 100 persone sono state ricoverate in ospedale, 10 delle quali in gravi condizioni.

Decine di case distrutte

La Grecia ha chiesto l’aiuto internazionale per la capitale, che vede decine di case distrutte e cittadini e turisti fuggire verso le spiagge per essere soccorsi tramite imbarcazioni.

Almeno 50 morti per la Croce rossa

Il bilancio col passare delle ore è salito ad almeno 50 morti,secondo le stime della Croce Rossa dopo che ha rinvenuto i corpi di 26 persone nelle zone vicine a Rafina, cittadina sulla costa ad est della capitale greca. Il drammatico bilancio è stato confermato dal vice sindaco locale Girgos Kokkolis. In precedenza la televisione aveva parlato di almeno 24 persone rimaste uccise, e oltre un centinaio di feriti, molti in modo grave.

Almeno 16 bambini tra i feriti

Nella località turistica di Mati, a circa 40 chilometri a Nord-est di Atene, molte delle vittime sono rimaste intrappolate dalle fiamme nelle loro case o nelle loro auto. Tra gli oltre 100 feriti, vi sarebbero almeno 16 bambini.

Migliaia di persone in fuga, chiesto aiuto all’Europa

Sono migliaia – secondio l’Agenzia Adnkronos – le persone in fuga, mentre il governo greco ha chiesto l’aiuto degli altri Paesi dell’Unione Europea per contrastare gli incendi.

“Faremo tutto quello che è umanamente possibile per domarli”, ha detto il premier Alexis Tispras che ha dichiarato lo stato d’emergenza nell’area metropolitana di Atene, dopo essere rientrato in anticipo da una visita in Bosnia-Herzegovina. Tsipras ha anche avanzato l’ipotesi che gli incendi siano di natura dolosa.

Italia, la Germania, la Polonia e la Francia inviano i Canadair

Dopo la richiesta di aiuti da parte di Atene, l’Italia, la Germania, la Polonia e la Francia hanno invitato aerei Canadair, mezzi e vigili del fuoco.

“Speriamo di spegnere gli incendi entro oggi”, ha detto un portavoce dei vigili del fuoco, spiegando che durante la notte è calato il forte vento che ha fatto propagare le fiamme.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto