Sciopero del 27 luglio, il prefetto di Roma precetta gli autisti

Potrebbe saltare lo sciopero di lunedì 27 luglio programmato a Roma. Il prefetto Franco Gabrielli ha precettato tutto il personale delle società di trasporto pubblico.
“Il Prefetto ha disposto la precettazione dei macchinisti dell’Atac e dei dipendenti di Roma Tpl scarl, società che gestisce le linee degli autobus nelle periferie della Capitale – è scritto in una nota della Prefettura di Roma  – La decisione è giunta al termine di un ciclo di incontri con le sigle sindacali, iniziato ieri e proseguito nella giornata di oggi, al fine di raggiungere una conciliazione tra le parti. A fronte, infatti, della disponibilità delle sigle Orsa e Faisa Cisal a compiere una responsabile rinuncia all’azione di sciopero, si sono registrate posizioni delle altre organizzazioni che hanno ritenuto di non poter rinunciare all’astensione dal lavoro proclamata”.

 
Sanzionato chi sciopera

“La precettazione si è, dunque, resa necessaria per evitare che le criticità del trasporto urbano emerse nei giorni scorsi, rilevate anche dalla Commissione di garanzia sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, subissero un ulteriore aggravamento – prosegue la Prefettura – compromettendo l’esercizio della libertà di circolazione dei cittadini, costituzionalmente garantita”. “Il provvedimento di precettazione, la cui inosservanza sarà sanzionata a norma di legge, è in corso di notificazione alle organizzazioni sindacali e, per il tramite delle aziende, ai lavoratori”.

 

Metro a porte aperte

Non ancora è nota la decisione dei sindacati. Intanto, ieri, ha fatto il giro del web il video di un convoglio della metro B di Roma, che viaggiava con una porta aperta.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto