Ester Ledecka entra nella storia: oro nello snowboard dopo quello in supergigante

La ceca Ester Ledecka – nata a Praga il 23 marzo del 1995 – entra nella storia, battendo nella finale dello snowboard la tedesca Selina Joerg per 46 centesimi.
Ester conquista il secondo oro alle Olimpiadi coreane dopo quello in supergigante. Una campionessa unica, capace di essere la migliore in due specialità molto diverse, come lo sci e la tavola dello snowboard. Il podio del parallelo è completato da un’altra tedesca, Ramona Theresia Hofmeister.
Solo due come lei, ma negli anni Venti del seoclo scorso

Prima della Ledecka solo altri due atleti erano riusciti a vincere due medaglie d’oro in due sport diversi nella stessa edizione dei Giochi: i norvegesi Thorleif Haug nel 1924 e Johan Groettumsbraten nel 1928, entrambi nello sci di fondo e nella combinata nordica. Nessuna prima di Ledecka aveva nemmeno provato a gareggiare nello sci e nello snowboard nella stessa Olimpiade.

Una famiglia molto sportiva
La Ledecka fa parte di una famiglia da sempre impegnata con lo sport: la madre di Ester, Zuzana, è stata una pattinatrice di figura. Suo nonno Jan Klapáč è stato un hockeista, vincitore di due medaglie ai Giochi olimpici: argento a Grenoble 1968 e bronzo a Innsbruck 1964, con la nazionale cecoslovacca. Il fratello Jonáš è un celebre disegnatore: ma è autore, tra l’altro, della tuta con cui Ester Ledecká ha vinto l’oro olimpico nel Supergigante di PyeongChang 2018.

Carolina Kostner non si ritira

Carolina Kostner non si ritira dopo le Olimpiadi coreane e il quinto posto ottenuto in finale. Lo spiega con grande chiarezza: “Per me questa Olimpiade è metafora di sport e di vita. L’ho vissuta in maniera serena: mi auguro che il mio cammino sia da esempio, fonte di ispirazione e di speranza per tutti quelli che vogliono rialzarsi, ne vale assolutamente la pena” – ha detto Carolina dopo la gara – aggiungendo: “La crescita interiore non si ferma al risultato della gara che è una fotografia di quattro minuti”.
“Se si chiude un’era? Non credo proprio – ha rivelato – c’è il mondiale in Italia adesso. Mi riposo un po’ e poi al lavoro per vivere un’altra bella esperienza a Milano. Certe decisioni non si prendono mai a caldo. Spero di continuare a trasmettere tutta l’esperienza fatta in questi anni e col tempo poi troverò la mia strada”.
Quinta, ma ha ancora incantato
Ha incantato l’intero pubblico coreano, ma non ce l’ha fatta a salire ancora una volta sul podio. Carolina Kostner, con il punteggio di 212.44, conclude la sua Olimpiade al quinto posto.
Il programma della gardenese ha avuto alcune imperfezioni ma per la parte interpretativa ha ottenuto un punteggio di 75.65, secondo solo a quello della vincitrice). La caccia all’oro è diventata un derby russo tra Alina Zagitova e Evgenia Medvedeva.
La perfetta quindicenne Zagitova (nella foto qui sopra) ha conquistato l’oro con un libero da 156.65 e un totale di 239.57 (components 77.47).
Il libero della Medvedeva (nella foto qui sopra) ottiene lo stesso 156.65, ma il punteggio totale è di 238.26. Terza la canadese Kaetlyn Osmond con 231.02.
L’oro di Alina Zagitova è il primo per gli atleti russi che in questi Gi0chi sono senza bandiera.

 Gli italiani in gara oggi

Oggi sono poche le gare che possono vedere protagonisti gli azzurri. La staffetta maschile di Biathlon è quella su cui punta per un’altra medaglia lo staff italiano.

Segnaliamo:

Ore 11   SPEED SKATING – 1000m (maschile): Mirko Giacomo Nenzi

Ore 12.15    BIATHLON – Staffetta (maschile): Italia (Lukas Hofer, Dominik Windisch, Thomas Bormolini, Giuseppe Montello)

Arianna Fontana oro, argento e bronzo: le notizie del 22 febbraio

Un oro, un argento e un brozo. Arianna Fontana torna dalle Olimpiadi di PyeongChang con un intero campionario di medaglie. La pattinatrice di Sondrio, alla sua quarta Olimpiade, raggiunge l’ottava medaglia personale olimpica con il trittico coreano. Arianna aveva esordito a Torino 2006 quando non aveva ancora compiuto i 16 anni.
Dopo l’oro nei 500 metri short track e l’argento con la staffetta italiana, oggi è arrivato il bronzo nei 1.000 metri che risentivano delle fatiche di un’intera Olimpiade.
Arianna potrà mangiare (dopo una dieta ferrea)
Ora Arianna, finalmente, potrà mangiare, come desidera, visto che è stata costretta finora a una dieta ferrea.
Per l’Italia è la decima medaglia di queste Olimpiadi coreane.
L’oro dei 1000 metri è andato all’olandese Suzanne Schulting, l’argento alla canadese Kim Boutin.
 
Aveva vinto la batteria e passata in semifinale
Ariannna aveva vinto, in mattinata, la sua batteria e le semifinali dei 1000 metri short track e alle 12,30 correrà un’altra finale.
L’azzurra è apparsa attenta e concentrata sia nel quarto di finale che in semifinale. In finale saranno in 5 a confrontarsi per tre medaglie, perché è stata recuperata una pattinatrice. Ci saranno, quindi, due coreane in pista.
L’azzurra può sperare, anche se dovrà recuperare le forze spese fin qui per due gare da 1000 metri l’una.
Per Arianna è la prima finale olimpica sui 1000 metri short track.
Sofia Goggia diserta la combinata
Sofia Goggia si chiama fuori. Dopo il trionfo di ieri, la medaglia d’oro della discesa libera decide di non partire per la combinata. Scendono in pista, invece, Federica Brignone e Marta Bassino, ma nella prima manche non entrano nelle prime dieci. La Brignone è dodicesima, la Bassino quattordicesima. Ma sono attese ancora dallo slaolom.
La discesa ha visto al comando la Vonn, che ha cambiato gli sci e va a caccia ancora di medaglie, non soddisfatta di quanto le ha riservarto fin qui PyeongChang.
In attesa del suo turno nella seocnda manche dello slalom maschile culla ancora i suoi sogni di medaglia Manfred Moelgg (nella foto in basso).
La classifica dlela prima manche lo vede al quarto posto.
Questa la classifica provvisoria: 1. Kristoffersen (Nor) in 47″22; 2. Myhrer (Sve) a 21/100; 3. Muffat-Jeandet (Fra) a 62/100; 4. Moelgg a 68/100; 5. Foss-Solevaag (Nor) a 81/100.
Vince Myhrer, Manfred 12°
Ma un errore condiziona la seconda manche di Manfred, che conclude fuori dal podio. Lo svedese Ande Myhrer è oro olimpico, Zenhaeusern argento, Matt bronzo, soltanto dodicesimo Moelgg. Marcel Hirscher, l’attesissimo campione dell’intera stagione, finisce fuori nella prima manche.
Combinata donne: vince la svizzera Michelle Gisin
La svizzera Michelle Gisin, 24 anni, conquista l’oro, l’argento va a Mikaela Shiffrin, il bronzo a Wendy Holdener.
La Gisin è la sorella della campionessa olimpica della discesa a Sochi, Dominique Gisin ed è la fidanzata dello sciatore italiano Luca de Aliprandini (i due insieme nella foto sopra).
La Vonn, prima al termine della discesa della combinata, informa nello slalom e non arriva al traguardo. Ottima la manche di slalom di Federica Brignone, che conclude all’ottavo posto. Rientra nelle prime dieci anche Marta Bassino, decima alla fine.

Il programma di oggi

Non c’è tempo, in Corea, per riposare sugli allori. Oggi, giovedì 22 febbraio, sarà un’altra giornata molto intensa alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018.
L’Italia punta su altre medaglie, dopo le 9 collezionate finora (di cui tre d’oro).
Si punta molto sulla combinata femminile con Sofia Goggia a caccia del bis, ma ci sono chance anche per Federica Brignone e Marta Bassino.
In slalom maschile serve un’impresa, ma ci si aspetta molto anche dalla staffetta femminile di biathlon guidata da Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer.
E poi c’è ancora  Arianna Fontana: arriverà un’altra medaglia sui 1000m short track?
La finale è alle 12.30: preparatevi.

 

GIOVEDÌ 22 FEBBRAIO: TUTTO IL PROGRAMMA ORA PER ORA

Ore 2     SCI ALPINO – Slalom, prima manche (maschile): Stefano Gross, Manfred Moelgg, Riccardo Tonetti, Alex Vinatzer0

3.30     SCI ALPINO – Combinata femminile (discesa): Marta Bassino, Federica Brignone, Sofia Goggia, Johanna Schnarf (nella foto in basso la Goggia con Marta Bassino).

Ore 4     SNOWBOARD – Parallelo Gigante, qualificazioni (femminile): Nadya Ochner

4.27    SNOWBOARD – Parallelo Gigante, qualificazioni (maschile): Edwin Coratti, Mirko Felicetti, Roland Fischnaller, Aaron March

5.00    SCI ALPINO – Slalom, seconda manche (maschile): Eventuali azzurri qualificati dalla prima manche

7.00     SCI ALPINO – Combinata femminile (discesa): Marta Bassino, Federica Brignone, Sofia Goggia, Johanna Schnarf

8.30     COMBINATA NORDICA – Prova a squadre (trampolino HS 140): Italia (Raffaele Buzzi, Aaron Kostner, Alessandro Pittin, Lukas Runggaldier)

11.14     SHORT TRACK – 1.000 metri, quarti di finale (femminile): Arianna Fontana

11.20     COMBINATA NORDICA – Prova a squadre (4x5km): Italia (Raffaele Buzzi, Aaron Kostner, Alessandro Pittin, Lukas Runggaldier)

11.51     SHORT TRACK – 1000m, semifinali (femminile): Eventuale Arianna Fontana

12.15     BIATHLON – Staffetta (femminile): Italia (Nella foto sopra: Nicole Gontier, Federica Sanfilippo, Lisa Vittozzi, Dorothea Wierer)

12.30     SHORT TRACK – 1.000m, Finale (femminile): Eventuale Arianna Fontana.

 

 

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto